A Striscia la Notizia è in atto una rivoluzione della conduzione. Cambiano i presentatori inaspettatamente e l’evento crea un dispendio di soldi notevole. 

conduzione Striscia la Notizia
Web

Striscia la Notizia è il noto tg satirico ideato da Antonio Ricci, diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per tanti telespettatori. Ognuno di noi è ormai abituato all’avvicendamento dei presentatori dietro il bancone ma l’ultima rivoluzione in atto giunge alquanto inaspettata. Sono passati tanti anni da quando Ezio Greggio e Enzo Iacchetti hanno presentato per la prima volta il programma. Era il lontano 1988 e da allora si sono susseguiti vari volti noti della televisione che hanno contribuito, ognuno a suo modo, al successo del format. Nessuno avrebbe mai pensato che nel 2021 ci sarebbe stato il primo avvicendamento alla conduzione non programmato, in corsa d’opera. Vediamo le cause e i costi di questa rivoluzione improvvisa.

Rivoluzione alla conduzione di Striscia la Notizia, le cause

La notizia è ormai ufficiale. Vanessa Incontrada e Alessandro Siani lasciano la conduzione di Striscia la Notizia. Da oggi, 3 novembre, non li vedremo più dietro al noto bancone perché saranno sostituiti da due personaggi altrettanto noti. Saltano, dunque, i piani elaborati nell’estate 2021 quando la coppia innovativa e inedita era stata scelta per dare una ventata di novità. Greggio e Iacchetti e Ficarra e Picone sono delle icone del programma ma Antonio Ricci ha voluto cambiare sbagliando, però, i protagonisti della rivoluzione. Ecco che si è arrivati, così, ad un’altra rivoluzione, quella della conduzione. Uno share troppo basso, 15,87%, sembrerebbe essere la causa del cambiamento dei conduttori. Ora il compito di riportare Striscia la Notizia ad alti livelli spetterà a Sergio Friscia e Roberto Lipari. I due personaggi da inviati del programma diventeranno presentatori fino all’11 dicembre.

Leggi anche >>> Striscia la Notizia scopre la truffa telefonica: quanti soldi ci stanno fregando

Quanti soldi è costato il cambiamento

Il cambio di conduzione costa caro a Mediaset dato che i contratti firmati prevedono il pagamento dei presentatori pur non avendo finito il periodo definito inizialmente. La retribuzione precisa dell’anno in corso non è nota ma ipotizzando cifre simili a quelle dell’anno passato si stimano circa 24 mila euro a conduttore. Non si parla solo di 48 mila euro, dunque, ma del doppio dato che due conduttori vanno via e due arrivano dietro il bancone. Con uno schiocco di dita cambia la conduzione e si spendono circa 96 mila euro.