Occhio alle piccole spese registrate sul conto corrente, in quanto potrebbero essere il frutto di un nuovo tentativo di truffa. Ecco cosa sta succedendo.

truffa piccole spese
Foto © AdobeStock

Molte abitudini sono cambiate a causa del Covid, come ad esempio il modo di relazionarsi e comunicare con gli altri. Ne è un chiaro esempio il fatto che si assista ad un utilizzo sempre più massiccio dei vari strumenti tecnologici, quali smartphone o pc. Grazie a quest’ultimi, d’altronde, abbiamo la possibilità di restare in contatto, in qualsiasi momento, con persone anche geograficamente molto distanti da noi.

Allo stesso tempo, purtroppo, tali strumenti si rivelano essere terreno fertile anche per alcuni malintenzionati. Quest’ultimi, infatti, realizzano delle trappole ad hoc, volti ad estorcere soldi al malcapitato di turno. Proprio in questo ambito vi invitiamo a prestare attenzione ad un nuovo tentativo di truffa, che viene attuato attraverso piccole spese sul conto corrente. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Conto corrente, occhio alle “piccole spese”: ennesimo tentativo di truffa

Nonostante il periodo storico particolarmente complicato in cui ci ritroviamo a vivere, a causa del Covid, i truffatori non si fermano mai. Anzi, sono sempre più numerosi i tentativi di truffa a cui bisogna prestare la massima attenzione, attraverso i quali dei malintenzionati cercano di estorcere soldi e dati sensibili ai malcapitati di turno.

Lo sa bene, purtroppo, un uomo si Senigallia rimasto vittima, di recente, di una truffa telematica. L’uomo, come riportato da Libero Quotidiano, ha notato sul proprio conto la presenza di spese mai effettuate. Tutte spese con piccoli importi in modo tale da non dare nell’occhio. La speranza dei truffatori, infatti, è che il titolare del conto in questo modo non si accorga di nulla o comunque che scopra la truffa il più tardi possibile.

LEGGI ANCHE >>> Bancomat, “errore sulle banconote”: attenti alla truffa del falso funzionario

Un caso, quello appena raccontato, purtroppo non isolato. Si tratta, infatti, della quarta denuncia in solo una settimana a Senigallia, con la Polizia Postale al lavoro al fine di risalire all’identità dei truffatori. Un tentativo di truffa che rischia di far cadere in tanti nella trappola. Proprio per questo motivo si invita sempre a prestare attenzione, onde evitare spiacevoli inconvenienti.