Una vincita davvero eccezionale, una giocata da sogno che premia il fortunato vincitore e fa sognare un intero comune.

Soldi
Soldi (Fonte foto: Pixabay)

Una vincita davvero eccezionale, arrivata, si può dire, in un certo senso dal niente. Un gioco che richiede un minimo investimento ed offre la possibilità di portarsi a casa cifre davvero da sogno. La vincita ha letteralmente fatto impazzire il comune di Soresina, nel cremonese. E’ li, infatti che si è materializzata l’incredibile vincita. Protagonista del successo il 10eLotto, con la realizzazione della combinazione 9 Oro, artefice di tutto.

Una giocata da 4 euro per un premio finale da ben 250mila euro, qualcosa di veramente eccezionale, insomma, qualcosa che di certo non succede tutti i giorni e che in un modo o nell’altro offre alla vita del fortunato vincitore una nuova possibilità, una nuova concreta via, verso un futuro magari più sereno e spensierato. Soltanto quattro euro per un quarto di milione, qualcosa di veramente unico che soltanto alcuni giochi possono offrire.

10eLotto: festeggia la Lombardia ed il Veneto, tutte le vincite

Non festeggia soltanto Soresina in Lombardia. Vincita altrettanto rilevante del fortunato giocatore che ha indovinato un 4 Doppio Oro che gli ha regalato la bellezza di 16mila euro, non paragonabili ai 250mila euro di Soresina, certo, ma altrettanto entusiasmanti se si considera di poter vincere cosi, all’improvviso con pochi euro una cifra comunque più che dignitosa. Ma le sorprese riguardanti le vincita non si fermano certo in Lombardia, anzi.

LEGGI ANCHE >>> SuperEnalotto, un 5+1 da Mille e una notte: la vincita è pazzesca

A Belluno, invece un altro 9 Oro ha regalato al fortunato vincitore la bellezza di 100mila euro. Sempre la stessa combinazione, un 9 Oro ha invece portato a Pianigia 50mila euro. Restando in Veneto da segnalare, inoltre la vincita di 15mila euro a Treviso, più precisamente a Soligo, con un 7 Doppio Oro decisamente fortunato. Altre vincite più o meno rilevanti si sono verificate nel resto del paese. Italia che gioca insomma e spesso vince. La speranza affidata al gioco, dinamica a volte pericolosa che spesso resta l’unica alternativa al nulla. Si vince, a volte, e si perde, spesso, il gioco è tutto qui.