Buone notizie per molti percettori del reddito di cittadinanza che potranno beneficiare di una ricarica più ricca del solito. Ecco cosa c’è da aspettarsi.

reddito di cittadinanza euro
Foto © AdobeStock

Nell’ultimo periodo sono varie le misure adottate dal governo al fine di limitare la diffusione del Covid. Proprio l’impatto di quest’ultimo sull’economia ha portato con sé tutta una serie di ripercussioni negative, che hanno contribuito a far registrare un vero e proprio boom di richieste del reddito di cittadinanza.

A proposito di questo sussidio, interesserà sapere che sono molti i percettori che, con il mese di ottobre, potranno beneficiare di una ricarica più ricca del solito. Ma per quale motivo e chi ne ha diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Reddito di cittadinanza più ricco ad ottobre grazie all’assegno temporaneo: cosa c’è da sapere

Mentre il reddito di cittadinanza continua ad essere oggetto di critiche, soprattutto in seguito ai dati allarmanti emersi dall’ultimo rapporto della Guardia di Finanza, sono molti i percettori di tale sussidio che, con l’arrivo del mese di ottobre, potranno beneficiare di una ricarica più ricca del solito. Questo grazie all’assegno temporaneo per i figli minori. A partire dal 1° luglio 2021 fino al 31 dicembre 2021, infatti, molti potranno beneficiare di tale misura ponte, rivolta ai nuclei con figli minori di 18 anni, che non hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare.

A poterne beneficiare, ad esempio, sono disoccupati, percettori del reddito di cittadinanza e lavoratori autonomi. Tutti gli altri, invece, dovranno aspettare il 1° gennaio 2022, quando farà ufficialmente il suo ingresso l’assegno unico universale. A proposito dell’assegno temporaneo, come già detto, è compatibile anche con il reddito di cittadinanza. Proprio per questo motivo i percettori di tale sussidio con figli minori hanno diritto anche all’assegno unico temporaneo.

LEGGI ANCHE >>>  Viaggia con la Ferrari: in tasca il Reddito di Cittadinanza

Ebbene, dopo i ritardi di agosto e settembre, quindi, i pagamenti dell’assegno temporaneo relativi a queste due mensilità verranno accreditata ad ottobre. A proposito del mese di ottobre, la ricarica del reddito di cittadinanza, per i già percettori, è avvenuta con qualche giorno di anticipo attorno al 20 del mese. Il 27 ottobre, invece, verranno effettuati i pagamenti dell’assegno temporaneo ai figli per i mesi di agosto e settembre. Un aspetto che non passa di certo inosservato e che permetterà a molti di beneficiare di una ricarica più ricca del solito.