Il punto della situazione sui pagamenti Inps ottobre. Ecco quando dovrebbero essere elargiti i sussidi che stanno più a cuore ai cittadini

pagamenti inps ottobre
Foto © AdobeStock

Il compito dell’Inps non è sempre semplice, soprattutto quando si tratta di dover elargire diverse somme di denaro. Immerso tra vari sussidi l’Istituto di previdenza è rimasto un po’ indietro con i pagamenti relativi al mese di ottobre.

Gli utenti però sono alla finestra in attesa di buone nuove in tal senso. Alla luce della fase storica attuale, in tanti si chiedono quando sarà possibile avere il denaro spettante. Cerchiamo quindi di capire il momento in cui potrebbero partire i pagamenti relativi al mese di ottobre per quanto riguarda alcuni strumenti di fondamentale importanza come il REM, IL RDC, l’Assegno Unico e il Bonus Irpef.

Pagamenti Inps ottobre: ecco quando dovrebbero essere erogati i principali ammortizzatori sociali

Partendo dall’Assegno Unico su cui molte famiglie fanno affidamento. L’Inps ha promesso che arriveranno tutti gli arretrati (in molti casi sono già arrivati). In realtà c’è ancora tempo per presentare la domanda che scadeva il 30 settembre, ma è stata prorogata al 31 ottobre 2021. Naturalmente bisogna rispettare i parametri ISEE richiesti per la misura. 

La misura però è retroattiva. Quindi chi lo richiede ha diritto anche alle precedenti erogazioni, a partire da luglio, per un totale di quattro pagamenti. A quanto pare tra il 15 e il 20 ottobre sono state espletate la maggior parte delle pratiche. In generale il calendario dei pagamenti dipende molto da quando è stata presentata la domanda. 

Meno ingarbugliato il quadro relativo al Bonus Irpef. A chi spetta doveva arrivare entro il 20 ottobre e seppur in linea di massima sia andato tutto bene, ci sono state comunque delle segnalazioni. Si rammenta che si tratta del cosiddetto bonus Renzi che può ammontare fino ad un massimo di 100 euro mensili ed arriva in linea di massima nei primi 15-20 giorni del mese.

Spetta a lavoratori dipendenti pubblici o privati, in cassa integrazione, disoccupati che percepiscono la Naspi e le donne in congedo obbligatorio per via della maternità.

LEGGI ANCHE >>> Assegno unico, i dettagli dell’INPS: quando arriveranno i pagamenti

Per quanto concerne il Reddito di Emergenza invece, entro il 31 ottobre dovrebbe arrivare l’ultima rata prevista da questa seconda tranche del 2021, quindi quella relativa al mese di settembre. Il condizionale è però d’obbligo, visto che il pagamento della terza rata è arrivato solo nella prima settimana di ottobre.

Diversa è la situazione del Reddito di Cittadinanza, che come da prassi dovrebbe arrivare il giorno 27. Per coloro che lo hanno richiesto per la prima volta, l’erogazione è già avvenuta il 15 ottobre.