Quanto costa l’offerta per la Chiesa quando una coppia decide di sposarsi? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

matrimonio chiesa offerta
Foto © AdobeStock

Ogni giorno sono molte le persone che decidono di recarsi in Chiesa, pur di fare una preghiera e trovare conforto ai vari problemi tipici della vita quotidiana. Allo stesso tempo sono in tanti a lasciare delle offerte, in modo tale da riuscire a contribuire, anche con un piccolo aiuto economico, al mantenimento dell’attività della comunità cristiana. Proprio in Chiesa, d’altronde, sono tante le persone che decidono di celebrare alcuni dei momenti più belli della propria vita, come ad esempio il matrimonio.

Quest’ultimo, infatti, sancisce l’unione di due persone, che decidono di giurarsi amore eterno. Oltre all’aspetto romantico, però, non si può fare a meno di pensare anche a quello economico. A partire dall’abito di sposa fino ad arrivare al ricevimento, in effetti, sono tante le spese da sostenere. Tra queste anche quelle per l’offerta in Chiesa, con tanti che a tal proposito si chiedono quanto costi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Matrimonio, ecco quanto costa l’offerta per la Chiesa: tutto quello che c’è da sapere

Qualche tempo fa abbiamo visto assieme quanto costa organizzare una festa per la Prima Comunione del proprio figlio. Oggi, invece, parleremo del matrimonio, focalizzando l’attenzione sul costo dell’offerta per la Chiesa. Come è facilmente intuibile dal nome, essendo un’offerta, dovrebbe trattarsi di un esborso economico volontario, da fare, pertanto, in base alle proprie disponibilità.

Capita, tuttavia, di imbattersi in dei veri e propri “listini prezzi” che differiscono a secondo della Chiesa in cui si desidera celebrare le nozze. In alcune parrocchie, infatti, può capitare che venga fatto capire agli sposi che risulta alquanto gradita un’offerta attorno ai 100 – 150 euro. Ma non solo, in alcune delle chiese più conosciute di Roma, ad esempio, l’offerta media si aggira attorno ai 200 – 300 euro.

Alcuni, addirittura, impongono il proprio fiorista e il proprio fotografo, con le cifre che in questo caso, in alcune Chiese d’Italia, sembrano oscillare dai 400 fino ad arrivare a ben 800 euro. In altre zone del nostro Paese, inoltre, gli sposi devono sostenere a parte anche le spese per l’organista, il cui costo è pari a circa 100 euro.

LEGGI ANCHE >>> Occasioni importanti, occhio al colore: ecco cosa non indossare secondo il Galateo

Delle cifre che non passano di certo inosservate, soprattutto considerando che si tratta di un’offerta “libera”. Il parroco, d’altronde, non può pretendere alcun compenso, ma può chiedere un contributo a discrezione degli sposi. Dovrebbe quindi spettare ai futuri sposi decidere quanto “offrire” alla Chiesa, anche se nella realtà dei fatti, purtroppo, molto spesso non è così.