Il Ministero della Salute ha comunicato nuovi alimenti ritirati dal mercato a causa della presenza di frammenti di vetro.

alimenti ritirati Esselunga
Pixabay

Non è l’ossido di etilene, non è la salmonellosi, non è un rischio chimico, il pericolo questa volta viene da frammenti di vetro trovati in alcuni prodotti. Il Ministero della Salute ne dichiara il ritiro immediato dai punti vendita e nel frattempo avverte i consumatori di prestare la massima attenzione. Destinatari della notifica sono i clienti del supermercato Esselunga. Già qualche settimana fa sono stati annunciati degli alimenti ritirati venduti dalla nota catena. Ora la storia si ripete anche se la causa del ritiro è differente.

Quali sono gli alimenti ritirati dagli scaffali

I richiami alimentari riguardano tre prodotti venduti dalla nota catena di supermercati Esselunga. Nello specifico parliamo dei Tacos, dei Burritos e del Mezzi rigatoni all’Amatriciana. In seguito ad autocontrolli dei prodotti sono stati trovati frammenti di vetro e schegge di varie dimensioni. L’allerta è alta dato la pericolosità della scoperta.

I prodotti incriminati sono i Tacos con numero di lotto 8 ottobre 2021 e 9 ottobre 2021 con data di scadenza 13 ottobre 2021 e 14 ottobre 2021. La confezione è quella da 240 grammi. Passiamo ai Burritos, numero del lotto 9 ottobre 2021 con data di scadenza 14 ottobre 2021. La confezione di vendita è da 246 grammi. Infine, tra gli alimenti ritirati dagli scaffali troviamo i mezzi rigatoni all’Amatriciana. Il numero del lotto è 9 ottobre 2021 con data di scadenza 14 ottobre 2021 e peso di 360 grammi.

Data la scadenza imminente la diffusione dell’allarme si rende più che mai importante. L’avviso è di non consumare i prodotti e di riconsegnarli al punto vendita.

Leggi anche >>>

Dove segnalare il pericolo

Esselunga ha lanciato un comunicato per avvisare i clienti della possibilità di trovare dei frammenti di vetro nelle confezioni dei prodotti citati. Di conseguenza ha spronato gli utenti a non consumare gli alimenti e di riportarli nel punto di acquisto per chiedere un rimborso della spesa. La società, poi, indica un numero di telefono da chiamare per fare segnalazioni o chiedere spiegazioni. Il numero in questione è 800 666555. 

Esselunga ha comunicato, poi, che non è possibile sapere quante confezioni sono coinvolte nella grave problematica e se alcuni clienti hanno già proceduto con la riconsegna dei prodotti. L’unica informazione a conoscenza di tutti è il richiamo a livello nazionale legato alla presenza di frammenti di vetro.