In arrivo un boom di assunzioni a tempo indeterminato grazie al Bonus INPS che propone ai datori di lavoro svariate agevolazioni. Vediamo di cosa si tratta e chi sono i fortunati destinatari.

lavoro bonus datore di lavoro
Adobe Stock

L’INPS ha trovato una soluzione per dare una speranza a tanti lavoratori che a causa della pandemia hanno perso il lavoro oppure faticano a trovarlo. L’idea è di aiutare i datori di lavoro in modo tale che abbiano interesse a procedere con le assunzioni a tempo indeterminato. Destinatari dell’iniziativa sono i giovani under 36 che accetteranno di dedicarsi a specifiche attività.

Scopriamo di più sul Bonus Assunzioni a tempo indeterminato

I datori di lavoro che assumeranno under 36 (36 anni non ancora compiuti) stipulando un contratto a tempo indeterminato potranno usufruire dell’esenzione totale dei contributi. Il rapporto dovrà essere stabilizzato entro il 31 dicembre 2021 ed è accettata la retroattività. Ciò significa che l’esenzione potranno ottenerla tutti i datori che hanno redatto questa tipologia di contratto a lavoratori sotto i 36 anni a partire dal 1° gennaio 2021.

Il datore di lavoro potrà, dunque, chiedere il Bonus per il mese corrente più il rimborso degli arretrati per assunzioni o trasformazioni del contratto stipulate nei mesi precedenti. L’INPS ha fornito tutti i dettagli della misura nella circolare numero 3389 resa nota lo scorso 7 ottobre. L’esenzione è del 100% e sarà valida per 36 mesi. 

Condizioni di accesso alla misura

Per poter usufruire dell’esenzione, i lavoratori under 36 assunti con contratto a tempo indeterminato dovranno non aver avuto altri contratti dello stesso tipo né con un’altra società né con la stessa azienda. L’INPS informa, poi, che non rientrano nella misura i contratti di apprendistato né quelli relativi al lavoro domestico.

Come accennato l’agevolazione ha validità 36 mesi ma la tempistica potrebbe arrivare a 48 mesi qualora il luogo di lavoro sia in Campania, Molise, Basilicata, Sicilia, Abruzzo, Calabria, Puglia e Sardegna. L’importante è che il valore massimo del Bonus non superi i 6 mila euro all’anno. Inoltre, è utile sapere che questa agevolazione non è cumulabile con altre tipologie di bonus.

Leggi anche >>> Amazon chiama, l’Italia risponde: pronte mille assunzioni, le posizioni aperte

Il rilancio dell’economia con la Legge di Bilancio

Il Bonus Assunzioni a tempo indeterminato per under 36 rientra nella Legge di Bilancio 2021/2022. Ciò significa che probabilmente la data ultima per l’accesso alla misura fissata ad oggi per il 31 dicembre 2021 potrebbe subire un rinvio che favorirebbe ulteriori nuove assunzioni. L’obiettivo è risollevare l’economia italiana facendo scendere mese dopo mese il tasso di disoccupazione che a causa della pandemia era aumentato notevolmente. Stiamo assistendo a piccole riprese e si spera che l’Italia continui su questa strada.