Importanti novità in arrivo per chi è alla ricerca di un lavoro a tempo indeterminato. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito

lavoro a tempo indeterminato agevolazioni
Foto © AdobeStock

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione“, recita l’articolo 1 della Costituzione. L’attività lavorativa, in effetti, si rivela essere una parte importante della nostra esistenza, in quanto ci consente di avere il reddito necessario per acquistare beni e servizi di vario genere.

Le cose, però, non vanno sempre come sperato e in alcuni casi trovare un impiego può risultare più difficile del previsto. Se tutto questo non bastasse, l’impatto negativo del Coronavirus sull’economia ha portato alla chiusura di molte attività, rendendo ancora più difficile riuscire a trovare lavoro. Proprio in questo ambito è bene sapere che sono in arrivo delle importanti agevolazioni Inps a favore di coloro che sono alla ricerca di un lavoro a tempo indeterminato. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Lavoro a tempo indeterminato, importanti agevolazioni Inps in arrivo: chi ne ha diritto

Il mercato del lavoro è in continuo cambiamento, portando con sé delle ripercussioni sugli stessi lavoratori. Molte, infatti, sono le professioni e mestieri destinati a scomparire nell’arco di soli dieci anni, costringendo in molti a doversi reinventare e trovare una nuova collocazione lavorativa. Proprio in questo ambito è bene sapere che sono in arrivo delle importanti agevolazioni Inps per chi cerca un lavoro a tempo indeterminato.

A partire dal 15 settembre 2021, infatti, l’istituto di previdenza apre la possibilità di presentare domanda per il contratto di rioccupazione a datori di lavoro del settore privato. Imprenditori e datori di lavoro privati, purché non appartenenti al settore agricolo o del lavoro domestico, infatti, potranno offrire nuovi posti usufruendo di particolari agevolazioni contributive.

LEGGI ANCHE >>> Donne e uomini nel mondo del lavoro: la disparità è nei guadagni

A tal fine, infatti, ogni datore di lavoro avrà la possibilità di godere di un esonero totale del versamento dei contributi previdenziali per i neo assunti. Sono esclusi, invece, i versamenti per i premi e contributi INAIL. A poter usufruire di queste agevolazioni sono i datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato nel periodo compreso tra il 1° luglio 2021 e il 31 ottobre 2021. Il beneficio in questione avrà una durata massima di sei mesi e non potrà superare i 6 mila euro.