Sempre più spesso i clienti di Poste Italiane rischiano di perdere i propri risparmi a causa di alcuni tentativi di truffa. Ecco cosa sta succedendo.

truffe poste italiane
Foto © AdobeStock

Gli ultimi mesi sono stati segnati dal Covid che continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze, portandoci anche a cambiare molte nostre abitudini. Ne è un chiaro esempio l’utilizzo sempre più massiccio dei vari dispositivi tecnologici, come smartphone e computer. Grazie a quest’ultimi, d’altronde, è possibile comunicare in qualsiasi momento con amici e parenti anche se geograficamente distante.

Innumerevoli sono i vantaggi offerti da tali servizi, ma allo stesso tempo non mancano le insidie. Proprio il crescente interesse verso le nuove tecnologie, purtroppo, attira anche l’interesse di molti malintenzionati. Quest’ultimi, quindi, cercano di sfruttare la situazione per estorcere dati sensibili e denaro al malcapitato di turno. Molte le trappole attuate in tal senso, con alcune truffe che vengono attuate sfruttando il nome di Poste Italiane. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Poste, utenti in pericolo a causa di queste truffe: occhio ai messaggi e ai finti operatori telefonici

Sono tanti i tentativi di truffa a cui bisogna prestare la massima attenzione. Sempre più spesso, purtroppo, alcuni cyber criminali cercano di estorcere dati sensibili e soldi al malcapitato di turno attraverso dei raggiri studiati fin nei minimi particolari. Ne sono un chiaro esempio dei nuovi tentativi di truffa che stanno girando in questi giorni, che vengono attuati attraverso l’invio di finti sms o telefonate da operatori telefonici, che sembrerebbero provenire da Poste Italiane, ma che nella realtà dei fatti non si rivelano essere così.

In molti, purtroppo, sono rimasti vittime di truffe realizzate da falsi operatori di call center di Poste Italiane oppure da finti messaggi che invitano a cambiare la password della propria PostePay. Quest’ultimi, ad esempio, invitano a cliccare su un link che riporta ad un sito con un’interfaccia che sembra essere quella delle Poste. È sufficiente quindi un click per spianare la strada ai truffatori pronti a rubare denaro al malcapitato di turno, senza lasciare alcuna traccia.

Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti, si ricorda che Poste Italiane non provvede mai ad inviare mail o sms attraverso cui richiedere dati sensibili, quali utenza, password o codici di sicurezza. Come si evince anche dal sito di Poste Italiane, nel caso in cui dovessero pervenire simili richieste, allora vuol dire che ci si trova dinnanzi a un tentativo di truffa e si invita, pertanto, a fare apposita segnalazione.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, attenti ai messaggi degli amici: la trappola è dietro l’angolo

A tal proposito, infatti, Poste Italiane ricorda che “gli operatori delle Poste non chiedono mai le credenziali di accesso e i codici di sicurezza attraverso link inviati via SMS o al telefono, né di installare APP come strumento per la sicurezza. Va, inoltre, ricordato che anche il numero di cellulare è un’informazione personale da tenere sempre protetta“.

Il Video messaggio di Poste Italiane