Scopriamo quali sono i migliori manga e fumetti per coloro che sono appassionati di death game. Tutti i titoli da non farsi assolutamente scappare

Manga e fumetti
Fonte Pixabay

Il mondo dei manga è piuttosto variegato e complesso per chi non lo vive assiduamente. Negli anni i noti fumetti giapponesi hanno avuto un’evoluzione continua, fino ad arrivare ai death game, che a prescindere dalla formula (quiz assassini, scontri e battaglie), ammettono un unico vincitore o sopravvissuto o seconda delle preferenze di terminologia.

Nell’ultimo periodo ha avuto un successo clamoroso su Netflix Squid Game, una serie tv coreana in cui è il palio la vita dei contendenti. Un boom eclatante, che ha comportato anche un aumento nelle ricerche dei fumetti di genere. Quindi, vediamo quali sono quelli più affini alla sopracitato show.

Manga e fumetti imperdibili per coloro che adorano Squid Game

Quello che si avvicina di più a Squid Game è senz’altro “As the gods will” di Muneyuki Kaneshiro e Akeji Fujimura (edito in Italia da Star Comics). Tratta la storia di un studente di liceo appassionato di calcio. Un giorno la testa del suo professore esplode, lasciando spazio ad una bambola daruma.

Da quell’apparizione inizia una sorta di un, due, tre stella che uccide chiunque venga sorpreso in movimento. Il protagonista ha l’arduo compito di trovare una soluzione vincenti, ma per forza di cose deve rimetterci qualcosa.

Altro titolo da non perdere è “Alice in Borderlands” di Haro Aso. I ragazzi coinvolti nella storia si ritrovano catapultati in una sorta di Tokyo alternativa in cui per sopravvivere è fondamentale superare una serie di prove ardue. In Italia questo fumetto non è ancora disponibile. Ci si può consolare con l’omonima serie tv live action reperibile su Netflix. 

LEGGI ANCHE >>> Fumetti, una scelta di cuore e di… portafogli: alcuni valgono oro

Sulla scia di questi due grandi manga ci sono anche “Battle Royale”, manga del 2000 tratto dall’omonimo romanzo di Koushun Takami. Al passo coi tempi i manga sono incentrati sui trend social e mobile.

Tra questi spiccano “Darwin’s Game” di Flipflops (edizioni Panini), “Dead Tube” manga di Mikoto Yamaguchi e Tota Kitakawa e “Real Account” di Okushou e Shizumu Watanabe (edizioni Star Comics). 

Delle vere e proprie testimonianze di come questa branca di fumetti sia molto volubile e facile da adattare ai cambiamenti storico-sociali.