I cattivi odori dagli scarichi nel lungo periodo possono creare non pochi disagi. Scopriamo come si possono eliminare in modo da ripristinare la serenità in casa

Cattivi odori dagli scarichi
Fonte Pixabay

Quando si torna a casa dopo una giornata di lavoro, si bada esclusivamente al relax, senza dover pensare ad altro. In diversi casi però la quiete domestica può essere guastata da alcuni fattori, che possono creare non pochi disagi.

Tra questi vanno assolutamente menzionati i cattivi odori provenienti dagli scarichi. Entrare nel proprio bagno e avere a che fare con questo genere di flatulenze può essere sgradevole oltre che frustrante.

Cattivi odori dagli scarichi: gli infallibili metodi per debellarli una volta per tutte

Tuttavia non si tratta di uno scoglio insormontabile. Con alcuni metodi piuttosto semplici, si può ovviare a questo problema e non si dovrà più avere timore.

Il primo passaggio per arrivare alla soluzione è determinare le cause che generano il disagio. In pochi ci pensano, ma i cattivi odori possono essere generati dagli stessi detergenti che si utilizzano per lavarsi.

Da non sottovalutare il continuo scorrere dell’acqua, che rende l’ambiente sempre più umido. La conseguente comparsa di muffe e batteri danno origini a “fragranze” che non si conciliano affatto con il nostro olfatto.

Tralasciando gli appositi prodotti, per arrivare a capo della questione, si possono adottare delle tecniche alternative, che abbinano naturalezza e risparmio. Aceto e bicarbonato (che può essere utilizzato anche per il benessere umano) sono un mix vincente in tal senso.

Il primo assorbe gli odori e disinfetta le superfici. Il secondo fa si che gli scarichi abbiano un odore più gradevole. Naturalmente va seguito un criterio d’utilizzo che prevede come primo passaggio quello di versare del bicarbonato negli scarichi.

LEGGI ANCHE >>> Bonus bagno da 1000 euro, importanti novità in arrivo: cosa c’è da sapere

Dopo circa 10 minuti si prosegue inserendo l’aceto bianco e dopo pochi istanti dell’acqua calda. Si genera una patina che seppur possa essere antiestetica alla vista, deve restare lì per un paio d’ore. Dopo qualche ora si può far scorrere l’acqua per eliminare ogni residuo generatosi.

Un procedimento piuttosto semplice da ripetere una volta alla settimana per prevenire i cattivi odori. Esistono però delle alternative sempre all’insegna della semplicità come il sale grosso, il limone (che si può sostituire all’aceto) e udite udite il sapone di Marsiglia. Quest’ultimo va versato negli scarichi sciolto nell’acqua rigorosamente riscaldata.