Buone notizie per tutti coloro che desiderano rimodernare il bagno in quanto hanno diritto a un bonus a costo zero. Ecco come funziona e chi ne ha diritto.

bonus rubinetti_
Foto © AdobeStock

Il 2020 è stato uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, infatti, questo virus continua purtroppo ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre vite, sia dal punto di vista sociale che economico. Molti imprenditori, purtroppo, hanno dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, con tante famiglie alle prese con delle serie difficoltà nella gestione del budget famigliare.

Proprio per questo motivo, nel corso degli ultimi mesi, l’esecutivo ha deciso di erogare una serie di bonus e agevolazioni a sostegno delle categorie maggiormente colpite. Tra questi si annovera un bonus dal valore di mille euro che permetterà a molti di rimodernare il bagno a costo zero. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bonus bagno da 1000 euro, importanti novità in arrivo: come funziona

Grazie alla Legge di Bilancio 2021 il precedente esecutivo ha approvato il bonus risparmio idrico, noto anche come bonus bagno o bonus rubinetti. Si tratta, come è intuibile dal nome, di un incentivo volto a promuovere azioni per favorire il risparmio idrico. In particolare si presenta come un contributo dal valore di mille euro per ogni tipo di azione che permette di ridurre gli sprechi d’acqua nelle nostre abitazioni.

In particolare tra i lavori ammessi si annoverano l’installazione nel proprio bagno di sanitari nuovi in ceramica, purché contribuiscano a ridurre gli sprechi. Stesso discorso vale per la rubinetteria del proprio bagno, comprese colonne doccia e soffioni. Oltre al bagno, è possibile beneficarne per interventi in cucina, purché, anche in questo caso, aiutino ridurre gli sprechi d’acqua. Una misura che sembra un miraggio, ma che finalmente  diventa realtà. Il provvedimento previsto dalla Legge di Bilancio 2021, infatti, ha raggiunto la firma del Ministro della Transizione Ecologica.

LEGGI ANCHE >>> Lotta all’evasione fiscale, la chiave è nei pagamenti: cosa c’è da aspettarsi

Per poter beneficiare di tale bonus, ricordiamo, i vari interventi devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2021 e non prima del 1° gennaio dell’anno in corso. I fondi stanziati sono limitati e per questo il bonus verrà erogato solo fino a esaurimento risorse. La richiesta dovrà essere effettuata registrandosi sulla piattaforma del MiTE. Al momento, comunque, la piattaforma non è ancora attiva. Bisogna quindi attendere ancora un po’ per poter fare richiesto di questo bonus da mille euro.