Google ha avvertito 14 mila utenti del servizio Gmail di una campagna di phishing in atto. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Google rischio phishing vittima
Foto © AdobeStock

Ormai da oltre un anno e mezzo ci viene chiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti al fine di contrastare la diffusione del Covid. Ne è un chiaro esempio il distanziamento sociale che sembra contribuire a far registrare un utilizzo sempre più diffuso dei vari dispositivi tecnologi, come ad esempio smartphone e pc.

Grazie a quest’ultimi, infatti, sfruttando i vari servizi web, è possibile restare in contatto con amici e parenti, anche se geograficamente lontani. Oltre agli innumerevoli vantaggi, però, bisogna stare attenti alle varie insidie. Lo sa bene Google, che di recente ha avvertito ben 14 mila utenti del servizio Gmail di una campagna di phishing in atto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Google avverte: “Attenzione, siete vittima di phishing”, a rischio 14 mila account Gmail

A partire dai gusti personali, passando per i posti che visitiamo, fino ad arrivare ai nostri contatti, sono molti i dati in possesso del più famoso motore di ricerca al mondo. In effetti si può dire che Google sa di tutto di noi. Informazioni particolarmente importanti, che spesso finiscono, purtroppo, nel mirino di alcuni hacker.

Lo sa bene il TAG team, ovvero la divisione di sicurezza di Google che si occupa di individuare e intercettare nuove minacce di sicurezza. Quest’ultimo, infatti, a fine settembre ha individuato una minaccia proveniente dal gruppo di hacker APT28,  conosciuto anche con il nome di Fancy Bear, che è stato più volte collegato alla Russia.

A tal proposito Shane Huntley, direttore del Threat Analysis Group, ovvero TAG, di Google, ha fatto sapere che “un vasto numero di utenti Gmail (circa 14000) appartenenti a varie aziende” sono stati avvisati della questione, precisando che questo genere di avvisi non sono una novità per tutte le persone che lavorano in determinati ambiti, quali sicurezza nazionale, ma anche attivisti, giornalisti e funzionari governativi.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp e Facebook down, attenti al messaggio: la trappola è dietro l’angolo

La ricezione di queste notifiche non vuol dire che l’account Gmail del destinatario sia stato compromesso, ma, evidenzia Huntley, “se vi stiamo avvisando c’è un’alta probabilità che abbiamo bloccato il tentativo“.  In particolare le e-mail della campagna di phishing di Fancy Bear sono state bloccate da Gmail e non sono arrivate a destinazione in quanto classificate automaticamente come spam.