Grande concorso indetto dall’Inps per assunzioni a tempo indeterminato. I posti vacanti sono davvero tantissimi.

Lavoro: iniziano a sbloccarsi i concorsi sospesi dal Covid
Concorso

L’Inps cerca laureati per coprire la richiesta di 1858 posizioni da consulenti per la protezione sociale. La selezione come detto è rivolta a laureati in varie discipline per sedi di lavoro sparse in tutta Italia. Tempo massimo per presentare la domanda è il prossimo 2 novembre. Nel dettaglio, di seguito, bando e tutte le informazioni utili per partecipare al mega concorso che in un periodo come questo rappresenta una grande possibilità per chi è in cerca di un ottimo lavoro.

Rientrante nel piano assunzioni Inps, che prevede l’inserimento di 5mila persone nel periodo che va dal 2021 al 2023 come consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1. I requisiti per accedere alla prova sono i seguenti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o appartenenza a una delle tipologie previste dall’art.38 del d.lgs. 30 marzo 2001, n.165 e s.m.i.
  • non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia
  • non aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato, che impediscano la costituzione o la prosecuzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari laddove previsti per legge
  • godimento dei diritti politici e civili
  • idoneità fisica all’impiego

Mega concorso Inps per 1858 assunzioni: titoli di studio richiesti

Il titolo di studio richiesto per questo tipo ci concorso è la laurea magistrale o specialistica in una delle seguenti discipline:

  • finanza (LM-16 o 19/S);
  • ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S);
  • relazioni internazionali (LM52 o 60/S);
  • scienze dell’economia (LM-56 o 64/S);
  • scienze della politica (LM-62 o 70/S);
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63 o 71/S);
  • scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76 o 83/S);
  • scienze economicoaziendali (LM-77 o 84/S);
  • scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81 o 88/S);
  • scienze statistiche (LM-82);
  • metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi 48/S);
  • statistica demografica e sociale (90/S);
  • statistica economica finanziaria ed attuariale (91/S);
  • statistica per la ricerca sperimentale (92/S);
  • scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83);
  • servizio sociale e politiche sociali (LM-87);
  • programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S);
  • sociologia e ricerca sociale (LM-88);
  • sociologia (89/S);
  • metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali (49/S);
  • studi europei (LM-90 o 99/S);
  • giurisprudenza (LMG-01 o 22/S);
  • teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)

LEGGI ANCHE >>> Viaggi gratis per i vaccinati: in arrivo il mega concorso a premi

Ammessi, inoltre anche diplomi di laurea secondo il vecchio ordinamento corrispondenti ad una delle lauree magistrali specificate in precedenza. Il concorso si comporrà di due prove, una scritta ed una orale. L’INPS provvederà ad organizzare una prova preselettiva per candidati, consistente in quesiti a risposta multipla, di carattere psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche, cultura generale.  l’ausilio di sistemi informatici.

Prima prova scritta

Una serie di quesiti a risposta multipla che mira ad accertare la conoscenza delle seguenti materie:

  1. bilancio e contabilità pubblica;
  2. pianificazione, programmazione e controllo e organizzazione e gestione aziendale;
  3. diritto amministrativo e costituzionale;
  4. diritto del lavoro e legislazione sociale.

La prova è valutata in trentesimi. Superano la prima prova scritta i candidati che
riportano il punteggio di almeno 21/30.

Seconda prova scritta

Unna serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare la conoscenza delle seguenti materie:

  1. scienza delle finanze;
  2. economia del lavoro;
  3. elementi di economia politica;
  4. diritto civile;
  5.  elementi di diritto penale.

La prova è valutata in trentesimi. Superano la seconda prova scritta i candidati
che riportano il punteggio di almeno 21/30.

Bando

Tutti gli interessati al concorso per Consulente protezione sociale INPS possono scaricare e leggere attentamente il BANDO pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n.78 del 01-10-2021.