Una vincita incredibilmente alta, contraddistinta, tra l’altro dall’irreperibilità del giocatore fortunato. I dettagli.

soldi

Castronuovo Sant’Andrea, provincia di Potenza. Nella tabaccheria, nota in paese, di Filomena Allegretti, una giocata che con tutta probabilità passerà alla storia. Qualcosa di mai successo prima, non solo nel luogo in questione, ma con tutta probabilità nemmeno nel raggio di molti chilometri. Il giocatore, finora misterioso, ha acquistato un biglietto Gratta e vinci da 20 euro ed è andato via. Successivamente, alla ricevitoria, la comunicazione dell’incredibile vittoria.

Quel biglietto, proprio lui, nascondeva il super premio da 2 milioni di euro. Un premio di quelli che di certo spaccano in due la vita del fortunato vincitore, l’esistenza, cosi com’era stata concepita prima di quel momento. Vincite che danno vita ad un prima ed un dopo. 2 milioni di euro la cambiano la vita, due milioni di euro fanno in modo che quello che c’era prima diventi una sorta di spiacevole ricordo, nel caso di situazioni di profondo disagio.

In paese ci si augura che la vincita sia andata a qualcuno del posto

Chiaramente la notizia dell’eccezionale vincita ha subito fatto il giro del paese, e si attendono conferme circa l’identità del fortunato vincitore. I cittadini del centro in provincia di Potenza sperano si tratti di uno di loro, sperano insomma che quei soldi possano restare li nel loro territorio e che possano aver fatto felice qualcuno realmente in difficoltà. Al momento, però, l’identità del vincitore resta ancora misteriosa e si attendono

LEGGI ANCHE >>> Contributi a fondo perduto regionali, nuove risorse in arrivo: i sogni di rivincita saranno presto realizzabili

Non è la prima volta che nei piccoli centri si attende con ansia di conoscere il nome del fortunato vincitore di una lotteria o di un concorso come quello dei Gratta e vinci. Spesso c’è l’entusiasmo di conoscere il nome del vincitore per pura curiosità ed un pizzico di invidia. Altre volte esiste anche la morbosa volontà di sfruttare la situazione a proprio vantaggio, chiedendo magari interventi da parte del vincitore per risolvere situazioni proprie o di interesse pubblico.