Whatsapp è in costante aggiornamento e ha come obiettivo quello di migliorare la privacy dei nostri messaggi. Un’inchiesta però ha messo in discussione la riservatezza

Whatsapp
Fonte Foto © AdobeStock

Il 2021 non è stato di certo un anno sereno per Whatsapp che ha dovuto fare i conti con tutta una serie di problematiche a partire con la fuga di utenti ad inizio anno per via della nuova normativa sulla privacy.

Nonostante le continue upgrade molto interessanti che ha proposto, in tanti hanno puntato il dito contro lo strumento di messaggistica istantanea per quanto concerne la reale riservatezza dei messaggi. Anche in questo caso Zuckerberg ha voluto rassicurare tutti attraverso la comunicazione del miglioramento nel sistema di sicurezza.

Whatsapp e la sicurezza dei messaggi: la ricostruzione della vicenda

Il sistema di comunicazione acquisito da Facebook nel 2014 offre una criptazione end-to-end dei messaggi scambiati. Quindi se un hacker riuscisse ad intercettare una conversazione tra due persone, non potrebbe comunque a decifrarne il contenuto. Infatti, il sistema di cifratura a doppia chiave, lo rende di fatto illeggibile.

A quanto pare però il sistema presenta delle falle: i metadati associati ai messaggi, ovvero orario di invio o apertura non erano cifrati, così come la copia di backup salvata in cloud, protetta solo dalla password dell’utente (quella dell’account Apple o Google per intenderci). Questa fragilità è stata sfruttata dalle forze dell’ordine per accedere ai messaggi e alle conversazioni di soggetti indagati.

Facebook però ha comunicato che anche questo particolare è stato messo a posto. Il nuovo sistema di archiviazione sicura renderà di fatto impossibile l’accesso alle copie di backup. Quindi, in pratica, prima del salvataggio su Google Drive o su Apple iCloud i messaggi verranno cifrati con una chiave di criptazione generata da Whatsapp oltre che da una password ideata dall’utente stesso.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, l’addio su milioni di smartphone è vicino: controlla se lo perderai anche tu

Si tratta di un aspetto molto importante che non può essere tralasciato. Whatsapp ha già pagato ampiamente dazio nei primi mesi del 2021 con il passaggio in massa verso Telegram e Signal. Adesso dopo aver introdotto diverse novità sui messaggi vocali, ecco il passo decisivo verso la sicurezza delle conversazioni, argomento che sta molto a cuore ai fruitori.