Presto WhatsApp non sarà più disponibile su milioni di smartphone. L’app di proprietà di Facebook smetterà di funzionare, ma quali sono i device coinvolti?

WhatsApp addio 1° novembre
Adobe Stock

Un’amara notizia per tanti utenti abituati ad utilizzare quotidianamente l’app di messaggistica più nota, WhatsApp. A breve non funzionerà più su diversi modelli di smartphone, sia Android che iOs. La compatibilità verrà a mancare e sarà, così, impossibile utilizzare l’applicazione per chattare con amici e parenti, inviare video, foto e file. L’alternativa è Telegram, ma chi sarà costretto ad abbandonare un mondo conosciuto, ricco di funzionalità per passare ad una realtà diversa, tutta da scoprire?

Quando WhatsApp smetterà di funzionare e su quali device

La data ufficiale a partire dalla quale WhatsApp smetterà di funzionare su diversi device è il 1° novembre 2021. La compatibilità verrà meno a causa della rimozione da parte di Facebook del supporto ai sistemi operativi mobile Android 4.0.3 Ice Cream Sandwich e iOs9. Subirà la stessa azione il sistema KaiOS 2.5.0, meno conosciuto in Italia. Allo stesso modo tutte le versioni precedenti perderanno la funzionalità dell’app di messaggistica.

Parliamo di sistemi operativi datati, rilasciati nel 2011 (Android) e nel 2015 (iOs) ma che comunque sono presenti in milioni di dispositivi ancora utilizzati da un numero elevato di persone. Come scoprire se il nostro device appartiene a queste categorie?

Il nostro smartphone “perderà” l’app di messaggistica?

Il dubbio vi attanaglia e volete scoprire al più presto se potrete continuare ad utilizzare l’app di messaggistica dal 1° novembre? La procedura per controllare il sistema operativo del device in possesso è semplice. Se si ha un Android occorrerà entrate in “Impostazioni”, accedere alla sezione “Informazioni sul telefono” (o simili, in base al brand) e visionare la dicitura “Versione di Android”.

I possessori di un iOs dovranno, invece, accedere alla sezione “Impostazioni”, entrare in “Generali” e poi in “Info”. Qui sarà possibile controllare la voce “Versione Software” in cui sarà indicato il sistema operativo utilizzato.

Leggi anche >>> WhatsApp, il messaggio magico: come inviarlo senza toccare lo schermo

Cosa fare in caso di incompatibilità?

Se il proprio dispositivo non supporterà più WhatsApp a partire dal 1° novembre si potranno seguire due strade. La prima richiedere di controllare se sono disponibili aggiornamenti di sistema tali da poter rendere nuovamente compatibile lo smartphone. La seconda strada prevede di acquistare un nuovo smartphone, moderno e tecnologicamente avanzato, dotato di un sistema operativo valido per il funzionamento dell’app di messaggistica. In ogni caso è bene effettuare un backup dei dati per non rischiare di perdere le chat durante un cambio telefono o un aggiornamento.