Nell’ultimo periodo si è registrato un preoccupante aumento dei prezzi sui conti correnti. Evitare la stangata, però, è possibile. Ecco come fare.

conto corrente_
Foto © AdobeStock

soldi non sono garanzia di felicità, ma aiutano sicuramente a risolvere un bel po’ di situazioni problematiche. A partire dall’alimentazione fino ad arrivare alle varie necessità quotidiane, d’altronde, sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere mano al portafoglio.

Se tutto questo non bastasse, a causa dell’impatto del Covid sull’economia, sono tante, purtroppo, le famiglie alle prese con una difficile gestione delle finanze personali. Ad aggravare la situazione i continui aumenti di prezzi, come quelli sui conti correnti. Proprio quest’ultimi, in effetti, finiscono per incidere pesantemente sui nostri risparmi. Evitare la stangata, però, è possibile. Entriamo nei dettagli e vediamo come fare.

Conto corrente, prezzi in preoccupante aumento: come difendere i propri risparmi

A partire dalle spese del riscaldamento, fino ad arrivare a quelle per la spesa settimanale, sono tante le voci che vanno a incidere negativamente sul bilancio famigliare. Proprio per questo motivo è sempre bene prestare attenzione ai vari aumenti dei prezzi, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti. Ne sono un chiaro esempio i costi sui conti correnti, che continuano a registrare un preoccupante aumento.

In base a quanto sottolineato da Altroconsumo, infatti, nel corso di un anno, solo per l’home banking, si è assistito ad aumenti pari a circa l’11-15%. Aumenti che non passano di certo inosservati e per cui è bene agire in tempo, onde evitare spiacevoli inconvenienti. Ebbene, innanzitutto il nostro consiglio è quello di leggere sempre con attenzione il documento di Riepilogo delle spese che la banca di riferimento invia regolarmente ogni anno. In questo modo è possibile conoscere quali sono i vari costi.

Ma non solo, si consiglia di prelevare denaro dallo sportello ATM della propria banca, in modo tale da evitare le spese di commissione. Se possibile, inoltre, è meglio optare per l’home banking, in quanto si rivela essere in ogni caso più economico rispetto alle operazioni allo sportello. Tra gli errori da evitare, inoltre, si annoverano quelli di lasciare troppo denaro sul conto. Se la propria giacenza media supera i 5 mila euro l’anno, ad esempio, bisogna pagare l’imposta di bollo.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

Allo stesso tempo non bisogna esagerare nemmeno dall’altro senso. Se capita sovente che l’importo degli addebiti risulti superiore  a quello degli accrediti, infatti, si rischia di dover fare i conti con un bel po’ di costi. Per finire il nostro consiglio è sempre quello di valutare la banca a cui si decide di affidare i propri risparmi, optando per la soluzione più vantaggiosa in base alle proprie esigenze.