Risparmiare un bel po’ di soldi sul carburante è possibile, basta scegliere un distributore di benzina a basso costo. Ecco di quali si tratta.

pompe benzina
Foto © AdobeStock

Tra bollette da pagare e necessità quotidiane di vario genere, sono davvero molte le spese da dover puntualmente sostenere. Se tutto questo non bastasse, complice anche l’impatto del Covid, sono tante, purtroppo, le famiglie che si ritrovano a dover fare i conti con una difficile gestione delle finanze personali. In tale ambito, tra i costi che vanno a incidere maggiormente sul bilancio di ogni famiglia, si citano quelli per l’auto.

Non parliamo solo del bollo auto e dell’assicurazione, ma anche del carburante. Proprio quest’ultimo, purtroppo, finisce spesso per avere un certo peso sul portafoglio di ogni automobilista. Per questo motivo è bene sapere che, recandosi presso un distributore di benzina a basso costo, è possibile risparmiare un bel po’ di soldi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo come fare.

Benzina, risparmiare un bel po’ di soldi è possibile grazie alle pompe di benzina a basso costo

Con l’arrivo dell’autunno si rischia di dover farei conti con una vera e propria stangata per quanto riguarda i prezzi della benzina e del diesel. I relativi costi, infatti, sono in preoccupante aumento e per questo motivo non stupisce che siano in molti a cercare delle possibili soluzioni, pur di risparmiare qualche euro.

Ebbene, proprio in questo contesto vi interesserà sapere che vi sono dei distributori di benzina a basso costo, poco conosciuti, ma che nella realtà dei fatti consentono di risparmiare un bel po’ di soldi. Si tratta delle cosiddette pompe bianche o “no logo”. Come è facilmente intuibile dal nome, si tratta di distributori di carburante che non sono affiliati alle grandi multinazionali.

Ma non solo, molte volte sono anche indipendenti. In questo modo possono applicare delle tariffe più basse, consentendo agli automobilisti di risparmiare un bel po’ di soldi. Secondo alcune stime, infatti, sembra che consentono di risparmiare mediamente 10 centesimi al litro.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto: cosa succede a chi non lo ha pagato ad agosto

Un risparmio non affatto indifferente, soprattutto considerando che il carburante si rivela essere necessario per poter utilizzare il proprio veicolo. Sono oltre 7 mila le sedi presenti in quasi tutta Italia. Non resta quindi che cercare il distributore più vicino e iniziare a risparmiare.