L’interessante iniziativa consente di comprare un titolo nobiliare senza essere discendenti di famiglie aristocratiche. Quanto bisogna spendere e quali sono le condizioni da rispettare

Titolo nobiliare
Fonte Pixabay

Nobili si nasce, ma a quanto pare lo si può anche diventare. La stravagante iniziativa parte dalla Scozia e consente praticamente a chiunque di poter acquistare un titolo nobiliare. Con questa modalità circa 250mila persona sono diventate Lairds, Lords e Ladies di Glencoe (zona collinare delle Highlands scozzesi) .

Scopriamo in che modo è possibile potersi fregiare di essere nobili, analizzando sia il prezzo di acquisto della carica, sia le condizioni a cui doversi attenere. Inoltre è bene capire il perché di questa geniale trovata e in che modo torna utile alla località britannica.

Titolo nobiliare: quanto costa e cosa fare per poterlo acquistare

Il tutto ha radici profonde che affondano nel 2006, quando l’azienda locale Highland Titles ha iniziato ad offrire la possibilità di acquistare su Internet dei terreni nella Riserva Naturale di Glencoe. L’appezzamento (visitabile in qualsiasi momento) non può essere utilizzato per costruirci (per questo è esente da tasse), ma solo per piantare piante ed alberi.

La proprietà una volta acquisita diventa ereditabile, quindi sia il titolo nobiliare che il lotto di terreno possono essere tramandati alle generazioni future. Con questo spesa si diventa automaticamente lord o lady con tanto di certificato recapitato direttamente dall’azienda sostenitrice del progetto.

Ma che costo ha questa intrigante operazione? Appena 36 euro. Quasi da non crederci, ma con un esborso non troppo consistente, ci si può vantare di essere aristocratico.

LEGGI ANCHE >>> Costantino Della Gherardesca, quanto guadagna? Patrimonio stipendio e compagno

Quindi, chi ha smania di nobiltà e al tempo stesso ama la natura con un piccolo investimento può compiere un gesto sia per soddisfare la propria felicità sia per sostenere l’ambiente, ormai troppo spesso bistrattato dal genere umano.

I fondi ricavati vengono infatti utilizzati dalla Highland Tiles per la cura della flora e della fauna dell’area verde. Un vero e proprio lampo di genio, che permette di compiere un’azione concreta nei confronti della terra, ormai arrivata ad una fase di collasso, dove inquinamento e conseguenti cambiamenti climatici la stanno deturpando giornalmente.