Se avete bisogno di aprire un conto corrente ma non avete intenzione di affrontare spese folli, ecco i nostri suggerimenti

Conto corrente (Fonte foto: web)

Aprire un nuovo conto corrente è sempre un po’ una scommessa. Quando iniziamo operazioni del genere infatti, puntiamo almeno a risparmiare su tutti i costi del caso, ed oggi che c’è tantissima offerta, è possibile trovare soluzioni molto economiche.

Di volta in volta poi, sono le stesse aziende che per non perdere il cliente, si inventano novità da mettergli a disposizione, come PuntoLis, la nuova PostePay. Ci sono dei nomi tra i cinque meno cari che vi proponiamo, che forse non avete mai sentito. Ecco, come funzionano: Widiba, Conto Arancio ING, N26, My Genius di Unicredit, Tinaba.

Conto corrente: con chi lo apri gratis

Widiba è la banca digitale che offre un conto corrente online a canone gratuito per il primo anno, e può essere aperto anche con SPID. Bonifici gratuiti e possibilità di usare Google Pay unita a quella del tranding online e di richiedere più di una carta per i pagamenti.

Conto corrente Arancio appartiene al gruppo ING, che ultimamente ha avuto qualche disavventura da risolvere per un errore tecnico, ma è pur sempre una banca affidabile e conosciuta. Gratuita l’apertura del conto, anche qui c’è possibilità di fare trading online ed inoltre di accedere alla commissione sul carburante a costo zero e all’emissione gratuita di un libretto di assegni ogni anno.

Altra banca digitale è la N26. Qui, è tutto gratuito: canone annuo; imposta di bollo e persino la carta di debito stessa. I bonifici tra clienti della N26 sono istantanei, gratuiti anche i pagamenti con carta in valuta estera. Inoltre, grazie all’app dedicata, è anche possibile mettere in pausa la propria carta.

Di Unicredit, il conto corrente online a nome My Genius. Il progetto, parte ufficialmente il 30 settembre 2021, e consente principalmente di accedere a bonifici online gratuiti; all’emissione di una carta di debito, il cui costo non viene addebitato. Per la carta, chiamata My One, non si pagherà nemmeno il canone di gestione.

LEGGI ANCHE>>> Utilizzo carta di credito di un’altra persona: le conseguenze da non sottovalutare

Infine, ecco Tinaba. Canone annuo e imposta di bollo sono completamente free, ma ci sono anche i bonifici online gratuiti, una carta prepagata interamente gratuita e trasferimenti istantanei con gli altri utenti di Tinaba. Addio anche alle commissioni per prelievi presso altri ATM, per le prime 24 operazioni. Dalla venticinquesima, si iniziano a pagare 2 euro di commissione ad ognuna.