Attenti alle assicurazioni online. In alcuni casi, infatti, si rischia di imbattersi in delle vere e proprie fregature. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

assicurazioni online
Foto © AdobeStock

Complice anche l’impatto del Covid, nel corso degli ultimi mesi abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini, per via delle varie restrizioni volte a contrastare la diffusione del virus. Basti pensare, ad esempio, al distanziamento sociale e alle nuove modalità di concepire il lavoro, come ad esempio lo smart working. Proprio in questo contesto si registra un interesse sempre crescente per il mondo del web, tanto da spingere in molti ad effettuare acquisti online in modo facile e veloce.

Allo stesso tempo bisogna prestare attenzione alle possibile insidie. Visto il crescente utilizzo dei vari strumenti tecnologi, infatti, sempre più malintenzionati tentano di sfruttare tali risorse per estorcere soldi o dati sensibili al malcapitato di turno. Ne sono un chiaro esempio alcune siti di assicurazioni online, segnalati dall’IVASS, che portano in alcuni casi a dover fare ad imbattersi in delle vere e proprie fregature. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Assicurazioni online, occhio alla fregatura: i siti segnalati dall’IVASS

Nell’ultimo periodo si è registrato un vero e proprio boom dell’e-commerce, con sempre più truffatori che cercano di studiare delle trappole ad hoc, attraverso le quali estorcere del denaro al malcapitato di turno. Tra queste si annoverano le truffe sulle polizze assicurative che sono, purtroppo, sempre più diffuse.

A tal proposito l’IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni, ha di recente segnalato 10 siti irregolari, al fine di evitare spiacevoli sorprese. L’istituto, infatti, ha fatto sapere che la “distribuzione di polizze assicurative tramite i seguenti siti è irregolare. Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli non sono assicurati“. Entrando nei dettagli, i siti segnalati sono i seguenti:

  • agenziareina.com;
  • aiello-assicurazioni.it;
  • assicurazionichiesa.com;
  • assicurala-point.com;
  • brandi-assicurazioni.com;
  • castelli-broker.com;
  • coluccibroker.com;
  • polizza-migliore.it;
  • scontopolizza.org;
  • ti-assicuriamo.com.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Il consiglio è sempre quello di stare attenti a stipulare assicurazioni troppo convenienti. Per la legge, infatti, avere una polizza falsa è come circolare senza assicurazione e per questo si rischia d’incorrere in sanzioni elevate, oltre al sequestro del veicolo. Onde evitare spiacevoli sorprese, quindi, può rivelarsi opportuno controllare che la compagnia di riferimento sia inserita negli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia. Gli appositi elenchi, ricordiamo, sono facilmente reperibili sul sito dell’IVASS.