L’estate praticamente finita consegnerà l’ingresso alle spiagge come un sereno e rilassante recente ricordo. Ma non è tutto.

Postepay le carte

La spiaggia, il mare, ricordi dell’estate appena trascorsa insomma, qualcosa da ritrovare il prossimo anno. La spiaggia, dove si va per rilassarsi per recuperare energie, e dove invece si possono verificare anche imprevisti non del tutto piacevoli. Furti, proprio cosi. La vicenda ha dell’incredibile. Siamo su uno dei tanti stabilimenti balneare del nostro paese, in tempo di bella stagione, ovviamente pieno di persone. Sole, mare e relax, ma ciò che succede ha contorni del tutto diversi.

Ad una ragazza viene rubata al borsa da sotto l’ombrellone. Si chiama la Polizia che all’arrivo interroga per avere maggiori informazioni uno dei vigilanti presenti presso lo stabilimento balneare. Proprio a lui si era rivolta la ragazzi dopo aver subito il furto, e lui stesso ha verificato di essere stato derubato allo stesso modo di una sacca, tenuta sotto l’ombrellone. Inoltre il vigilante aveva già ricevuto notifiche di pagamenti effettuati con la sua carta Postepay appena rubata.

ll ladro ritrovato poco vicino lo stabilimento balneare è stato prontamente fermato

La ragazza, derubata della borsa aveva riferito, inoltre di aver notato un ragazzo di colore, molto esile allontanarsi dal luogo del furto. La Polizia, raggiunte le attività commerciali segnalate dalle notifiche ricevute dal vigilante derubato della Postepay, ha subito individuato il profilo descritto. I suoi piedi erano ancora sporchi di sabbia. Con se aveva pacchetti di sigarette e biglietti Gratta e vinci. Il lieto fine, dunque, è arrivato.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e vinci, cosa succede in caso di furto: la verità inaspettata

Il ladro, 33enne, di origini senegalesi e già noto alle forze dell’ordine è stato inoltre identificato all’interno delle attività commerciali segnalate, mentre faceva acquisti con la Postepay rubata dalle telecamere di videosorveglianza. Verrebbe da pensare che ormai anche le spiagge possono essere considerati luoghi pericolosi dove è meglio non portare oggetti di valore, carte di credito e quant’altro. Siamo davvero arrivati a questo punto? Meglio lasciare tutto a casa? La domanda, certo, è quasi frustrante, ma la realtà parla chiaro, purtroppo per noi. Tutto, oggi sembra essere diventato possibile.