Si tratta di un’idea innovativa e senza precedenti, istituita in un famoso parco di una città italiana. Tutto quel che c’è da sapere sulla stanza degli orgasmi

Stanza degli orgasmi
Fonte Facebook – Federico Cangemi

La creazione di una stanza che stimola al piacere sessuale può sembrare più un gioco per ragazzi piuttosto che una concreta innovazione. Ed invece dal 1 settembre 2021 è possibile entrarci e lasciarsi andare ad un breve momento di piacere.

A causa del covid non sarà possibile entrare in coppia. Uno alla volta per un massimo di 15 minuti a testa. Per forza di cose è necessario avere il Green Pass, ma attenzione nel giro di poco tempo la nuova attrazione è già andata completamente sold out. Ad ogni modo la partecipazione è gratuita. Non bisogna fare altro che andare sull’apposito link dell’evento e prenotarsi almeno 24 ore prima dell’ingresso.

Stanza degli orgasmi: come funziona e quali sono le regole per potervi accedere

Ma dove bisogna recarsi per poter provare questa particolare attrazione? Il punto è piuttosto centrale e facilmente accessibile dalla maggior parte delle località del Bel Paese. Si tratta dei Giardini Margherita a Bologna, una vera e propria oasi di verde della città felsinea.

La struttura è stata installata all’interno della Serra Madre e in realtà è un’opera dell’artista Norma Jeane, originaria di Los Angeles, che si fa chiamare con questo pseudonimo che corrisponde al vero nome di Marilyn Monroe. È nata il 5 agosto 1962 giorno della morte della diva statunitense.

Ribattezzato l’Orgasmatron Redux, consiste in un dispositivo di stimolazione della sessualità in un’unica esperienza realizzato in collaborazione con Kilowatt e MAMbo. Non è altro che un accumulatore orgonico derivante dalle teorie di Wilhelm Reich, psicoanalista di fama internazionale che ha collaborato con il celebre Sigmund Freud.

Per rendere l’idea della struttura, è una grande scatola di legno con pareti di lamiera riempite con strati alternati di lana di pecora non trattata e lana d’acciaio. Trasmette toni naturali calibrati che hanno come intento quello di risvegliare il piacere erotico.

LEGGI ANCHE >>> Professori senza Green Pass, il preside svela il trucco: i primi ‘furbetti’

All’interno c’è anche una scatola impregnata di androsterone, androstenolo e copuline. L’ambiente è illuminato con delle classiche luci rosse che rendono l’atmosfera più elettrizzante e aiutano a lasciarsi andare alla più pura libidine.

La partecipazione è gratuita