L’esenzione non basta a due docenti senza Green Pass del Liceo Curie-Levi di Torino per entrare a scuola. Il preside nega l’entrata e ne spiega i motivi svelando il trucco.

Adobe Stock

Due professori del Liceo Curie-Levi di Torino si sono presentati il primo giorno di collegio senza Green Pass e con un’esenzione a giustificare l’impossibilità di procedere con la vaccinazione. Il preside ha letto la documentazione e ha deciso di lasciare i docenti fuori dai cancelli dell’istituto. La motivazione? La firma non era del medico curante dei professori. La risposta degli interessati  ha ribadito che il certificato è stato rilasciato da un medico della campagna vaccinale ma nulla di fatto, a scuola non sono entrati.

Senza Green Pass si rimane fuori, a nulla è servita l’esenzione

Siamo solo all’inizio e gli animi si stanno già scaldando. I due docenti privi di certificazione verde e senza il supporto di un tampone negativo hanno visto respingere la richiesta di accesso all’istituto per partecipare al primo collegio del nuovo anno scolastico che si preannuncia essere bollente. L’esenzione non è servita, l’escamotage elaborato non è andato a buon fine perché non firmato dal proprio medico curante che, è bene ribadire, qualora dichiari il falso rischia di essere perseguito penalmente per dichiarazioni non vere. Il preside non si è lasciato fuorviare dal documento e ha agito di conseguenza.

Le recriminazioni dei due docenti

I professori hanno atteso la fine del collegio fuori dai cancelli. Due ore in cui hanno pensato di rivolgersi ad avvocati e carabinieri per impedire che lo stesso episodio accadesse nuovamente. In più, hanno fatto notare al preside la presenza di una circolare in cui si prevedeva l’esenzione dall’obbligo vaccinale fino al 30 settembre. Giuseppe Pantaleo e Alisa Matizen, questi i nomi dei due docenti, hanno riferito che non hanno fatto il tampone perché non considerano giusto che sia a pagamento. E’ un onere gravoso sulle spalle delle famiglie che non intendono far vaccinare i figli in fase di crescita, sostengono i docenti.

Leggi anche >>> Sospensione per chi non ha il Green Pass, è quasi fatta: ultime notizie sulla scuola

Il prof senza Green Pass cerca giustificazioni, il preside non cede

In più, Pantaleo in un’intervista recente ha ribadito la sua convinzione dell’inutilità di far fare il tampone solo ai non vaccinati dato che anche con il vaccino si può prendere e trasmettere il Covid. Il professore afferma di non essere un no vax ma di avere dubbi su come la questione della vaccinazione è stata affrontata in ambito scolastico. Presentarsi con un’esenzione non firmata dal proprio medico curante non è stato il modo giusto per esprimere le proprie idee. Il preside ha smascherato i docenti e, svelato il trucco, ha seguito le direttive del Governo lasciando fuori dai cancelli chi è senza Green Pass e non possiede una reale esenzione.