La gioia del gestore della ricevitoria, si parla di una vincita meritata. Una affermazione davvero sbalorditiva dunque.

Soldi
Soldi vincita (Adobe)

Una vincita davvero eccezionale, il Gratta e vinci che a portato in quel di Reggio Emilia gioia ed entusiasmo per una vittoria da ben 500mila euro che fa felice tutti, giocatore e gestore della ricevitoria che ha venduto il biglietto fortunato. Proprio da li arriva il racconto dettagliato della vicenda. Un operaio, una persona del posto il vincitore, che occasionalmente era solito tentare la fortuna con un Gratta e vinci. Il vincitore è un cliente abituale insomma.

Un caffè, le sigarette e quella giornata a giorni alterni, niente di abituale, per provare a sfidare la fortuna. Quella sera di fine agosto è andata proprio cosi. Nel racconto della titolare della tabaccheria fortunata tutta l’incredulità del momento, da entrambe le parti. Il biglietto tra le sue mani, la frase pronunciata per dichiarare la sua vittoria e lo stupore di entrambi. Una vincita che ha davvero spiazzato tutti, insomma, cosi come si potrebbe pensare.

Mezzo milione di euro, cosi, per caso: la soddisfazione di chi ha venduto il biglietto fortunato

“E’ andata così – racconta la giovane tabaccaia – il vincitore è un cliente abituale. Entra, ordina un caffè, un pacchetto di sigarette e, a giorni alterni, un grattino. Questa volta mi ha chiesto sigarette e gratta e vinci da 5 euro, quelli della famiglia “Doppia Sfida”, poi è andato via”. Poco dopo, però il cliente è rientrato chiedendo conferma di quello che i suoi occhi vedevano, e cioè una vincita da 500mila euro, un evento davvero eccezionale, insomma.

LEGGI ANCHE >>> 10eLotto, la città del Santo in festa per la sensazionale vincita

L’uomo quasi frastornato dalla vincita, è dopo poco tornato a casa, probabilmente smanioso di comunicare l’evento alla sua famiglia. “Penso che con una vincita così tornerà presto nel suo paese d’origine – ha raccontato ancora la tabaccaia –  e sicuramente condurrà una vita più tranquilla. L’uomo di origini non italiane, lavora in una falegnameria come operaio. Una posizione lavorativa certamente compromessa dalla pandemia e dalle misure seguite dopo i primi contagi. Ora per lui, sembra essere finalmente passata ogni tempesta.