Il bonus tv rappresenta una valida alternativa se occorre dare un taglio al passato, ma non è l’unica soluzione per la nostra tv.

Bonus Tv
Foto © AdobeStock

Novità per tutti coloro che sono alle prese con la decisione molto complicata riguardo la necessità di cambiare o meno la tv. Il bonus introdotto dal Governo proprio per facilitare questa operazione, però, potrebbe non rappresentare il massimo della convenienza. Da un lato abbiamo l’obbligo di aggiornare il nostro sistema di telecomunicazione, considerato l’avvento della nuova generazione di decoder ed apparati per la tv. Da un lato guardiamo giustamente al portafogli.

La situazione che potrebbero vivere gran parte dei cittadini alle prese con il cambio di tv per la necessità tecnica di cui prima è quella di dover in ogni caso sostenere una spesa abbastanza consistente. Il bonus, infatti, copre il 20% della spesa complessiva fino a 100 euro, considerando inoltre la rottamazione della vecchia tv. In ogni caso, quindi, c’è da sborsare un bel po’ di soldi per poter utilizzare tranquillamente le nuove apparecchiature.

Bonus tv, cosa succede se si pensa di evitarlo? Il piano b molto più conveniente

La soluzione, molto più conveniente per i cittadini alle prese con l’obbligo si sostituire il vecchio televisore ormai obsoleto potrebbe essere trovata nell’utilizzo di un altro bonus, quello per l’acquisto di un decoder. Proprio il decoder potrebbe infatti risolvere il problema della nuova tecnologia evitando quindi di acquistare un nuovo televisore qualora questo fosse ancora in buone condizioni. Il bonus appare molto più conveniente in questo caso.

LEGGI ANCHE >>> Bonus affitto, attenzione: è ancora poco tempo a disposizione per richiederlo

Si potrebbe utilizzare il bonus decoder, fino a 30 euro di incentivo per l’acquisto dei nuovi decoder che offrono la possibilità di sostenere il nuovo sistema di cui si va un gran parlare, per redditi non superiori ai 20mila euro, Isee alla mano. Una soluzione per quanti pensano di poter utilizzare ancora la propria tv e non vogliono sostenere la spesa di un nuovo apparecchio, in ogni caso abbastanza impegnativa, nonostante il bonus dedicato. I due bonus, tra l’altro, sono anche cumulabili, quindi per chi potesse e volesse, ci sarebbe l’opportunità della doppia convenienza.