Come si sceglie nel mare magnum delle offerte della telefonia mobile? Soprattutto d’estate, una guida all’uso può essere utile.

Offerte telefonia mobile
Foto © AdobeStock

L’aumento della concorrenza ha inevitabilmente cambiato il mercato. Tanto che, oggi, non è sempre facile districarsi nel mare magnum delle offerte relative alla telefonia mobile. Soprattutto l’avvento degli operatori che lavorano prettamente sulla rete, diverse da quelle tradizionali, e che stanno lentamente (ma inesorabilmente) prendendo piede. Anzi, questa nuova situazione ha costretto i grandi nomi a inseguire, posizionando sul mercato delle offerte che tenessero il passo.

Iliad, ad esempio, ha sfoderato nel mese di luglio una doppia offerta estremamente competitiva. Tutto con la pietra d’angolo dei giga internet. Due le tranche della promozione: la Giga 120 (9,99 euro al mese più altri 9,99 una tantum per una nuova Sim) e quella con 80 giga per la navigazione internet a 2 euro in meno. Buona anche l’alternativa di Spusu, operatore virtuale per un totale di 2 mila minuti, 500 sms e 100 giga, con altri 200 aggiuntivi. Si tratta di Spusu 100 e ha anch’essa iniziato la scalata della competitività.

LEGGI ANCHE >>> Mutuo prima casa: le offerte delle banche rivolte ai giovani

Offerte telefoniche, i tasselli giusti: le regole per non sbagliare

Quale, in sostanza, l’offerta giusta? Quali variabili vanno considerate? Innanzitutto, la questione internet la fa da padrone. Le offerte telefoniche, ormai, si basano su tutto tranne (quasi) che sulle chiamate. La velocità di copertura della rete, quindi, è un requisito essenziale. E la distinzione fra operatori tradizionali e virtuali (Mvno) è diventata sempre più marcata, invertendo i trend fiduciari dei clienti. La velocità della navigazione favorisce i nuovi operatori, che pure si appoggiano sulla rete di quelli tradizionali. Questi ultimi restano davanti ma la differenza va assottigliandosi. Un piccolo svantaggio degli Mvno riguarda l’impossibilità di attivazione da parte di tutti numeri: in alcuni casi, la portabilità subirà un costo più elevato, lievitando il prezzo finale della tariffa.

LEGGI ANCHE >>> Iliad lancia due nuove frecce dal suo arco: ecco le super offerte low cost

Occhio poi ai prezzi. Non è detto che a un costo più elevato corrispondano servizi migliori. Spesso, anche gli operatori tradizionali hanno rivisto al ribasso le loro offerte, posizionandosi su un mercato che prevede servizi competitivi su un mercato concorrenziale. Per questo è sempre meglio valutare e confrontare prima di prendere una decisione. In questa fase di valutazione, un comparatore di offerte può essere uno strumento efficace. Velocizzerebbe l’analisi e ridurrebbe il ventaglio delle possibilità in base alle nostre esigenze. L’attivazione da remoto porterebbe la Sim direttamente a casa dell’utente. Per quanto riguarda il 5G, le offerte stanno aumentando ma non tutti corrono su questa rete. Qualora si scegliesse questo tipo di rete, la scelta si ridurrebbe di parecchio.