Numerosi sono i bonus ancora disponibili per il 2021 a sostegno di imprese e famiglie. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

bonus 2021
Foto © AdobeStock

In un periodo storico particolarmente complicato come quello attuale, a causa del Covid, sono molte le famiglie che si ritrovano a dover fare i conti con una grave crisi economica. Riuscire a far fronte alle varie spese risulta sempre più difficile, con il governo che ha pertanto deciso di intervenire, attraverso misure ad hoc a sostegno dei soggetti maggiormente colpiti.

Ne sono un chiaro esempio i vari bonus approvati, come quelli volti a favorire l’acquisto di determinati beni e servizi. Proprio in tale ambito è bene sapere che è meglio affrettarsi, per poter beneficiare di alcuni incentivi statali, a sostegno di imprese e famiglie, ancora disponibili per il 2021. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

Bonus 2021, dalle famiglie alle imprese: ecco le agevolazione previste per quest’anno

L’estate sta finendo e per questo ci apprestiamo a dover fare i conti con l’ultima parte dell’anno. Numerose le scadenze con cui dover fare i conti, tra cui quelle inerenti alcuni bonus ottenibili ancora disponibili per quest’anno. Tra questi si annoverano:

  • Bonus rottamazione TV. Permette di ottenere uno sconto del 20% fino ad un massimo di 100 euro, per l’acquisto di un televisore compatibile con il nuovo digitale terrestre. Non presenta limiti ISEE e per ottenerlo bisogna rottamare un apparecchio acquistato prima del 22 dicembre 2018. Disponibile a partire da lunedì 23 agosto, il contributo viene riconosciuto per l’acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare fino al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento anticipato dei fondi.
  • Assegno temporaneo. Si tratta di una misura ponte rivolta ai nuclei con figli minori di 18 anni, che non hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare. Ad averne diritto, quindi, sono ad esempio disoccupati e lavoratori autonomi. C’è tempo fino al 30 settembre 2021 per fare apposita richiesta, vedendosi riconoscere anche gli arretrati per agosto e luglio 2021. Chi presenta richiesta dopo tale data, non avrà diritto al pagamento delle mensilità precedenti.
  • Bonus terme. Volto a sostenere l’acquisto di servizi presso gli stabilimenti termali accreditati, copre fino al 100% del servizio acquistato, fino ad un valore massimo pari a 200 euro. Il bonus terme non può essere ceduto a terzi e non sono previsti limiti Isee. Tale bonus sarà disponibile a partire dalla pubblicazione dell’avviso di apertura delle prenotazioni sui siti del Ministero e di Invitalia, fino all’esaurimento delle risorse stanziate.
  • Bonus vacanze. Si presenta come un importante contributo, fino a 500 euro, a sostegno delle famiglie che desiderano trascorrere le proprie vacanze presso alberghi, campeggi, bed & breakfast, villaggi turistici e agriturismi, presenti sul territorio italiano. La durata del bonus, che poteva essere richiesto fino al 31 dicembre 2021, è stata estesa fino al 31 dicembre 2022.

Bonus per professionisti e imprese

I bonus finora elencati sono rivolti essenzialmente alle famiglie. Soffermandosi sulle imprese e i professionisti, invece, bisogna sapere che sono disponibili altre forme di agevolazioni, tra cui:

  • Bonus stagionali, agricoli e della pesca. Tali incentivi, dal valore pari rispettivamente a 1600 euro, 800 euro e 950 euro, devono essere richiesti, in modalità telematica all’Inps, entro il 30 settembre 2021.
  • Contributo a fondo perduto alternativo. Rivolto ad imprese e professionisti, ne hanno diritto coloro che hanno registrato una riduzione del fatturato e dei corrispettivi pari almeno al 30% nel periodo compreso tra il 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021, rispetto al periodo precedente. A tal fine è possibile presentare apposita richiesta entro il 2 settembre 2021.
  • Bonus filtri e depuratori. Valido fino alla fine del 2022, prevede un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, per l’acquisto di sistemi utili a migliorare la qualità dell’acqua e ridurre, di conseguenza, il consumo di contenitori di plastica. L’importo massimo è di mille euro per le persone fisiche, 5 mila euro negli altri casi. Ne hanno diritto, ricordiamo, le persone fisiche, ma anche esercenti attività d’impresa, arti, professioni ed enti non commerciali.
  • Bonus sanificazioni. Si presenta come un credito d’imposta pari al 30% per le spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021 per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati. Ma non solo, è valido anche per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti, comprese le spese per la somministrazione di tamponi per Covid. È previsto un tetto massimo di 60 mila euro per beneficiario, con la comunicazione della spesa che deve essere inviata all’Agenzia delle Entrate dal 4 ottobre al 4 novembre 2021.

LEGGI ANCHE >>> Mamme e famiglie, occhio ai bonus: tutto quello che c’è da sapere

Bonus affitti e bonus cultura

Per finire vi parliamo di altri due bonus, sempre disponibili nel 2021, a favore dei proprietari di immobili e dei 18enni, ovvero:

  • Bonus affitti. Fino al prossimo 6 settembre è possibile presentare richiesta per questo incentivo, rivolto ai proprietari di casa che decidono di ridurre l’affitto al proprio inquilino nel periodo compreso tra il 25 dicembre 2020 e il 31 dicembre 2021. Prevede un rimborso del 50% dell’ammontare complessivo della riduzione, fino a un importo massimo pari a 1.200 euro.
  • Bonus cultura e libri. Si presenta come buono dal valore di 500 euro, che può essere speso per determinate attività e beni. Tra questi si annoverano cinema, concerti, musei, ma anche eventi culturali, corsi di formazione e libri. Destinato a coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2020, tale incentivo deve essere richiesto entro il 31 agosto 2021 attraverso il portale 18app.italia.it.