Bollo auto, arriva il condono: controllate il messaggio dell’Agenzia delle Entrate

Ottime notizie per gli automobilisti che possono beneficiare, in alcuni casi, del condono del bollo. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

bollo auto
Foto © AdobeStock

Il Covid continua, purtroppo, ad avere delle ripercussioni negative, sia per quanto riguarda le relazioni sociali che la gestione delle finanze personali. A partire dall’alimentazione fino ad arrivare alle bollette, d’altronde, sono davvero molti le voci che vanno ad incidere sul bilancio famigliare. Tra queste si annoverano quelle riguardanti l’auto, come ad esempio l’assicurazione, il carburante e il bollo auto.

Ebbene, proprio a proposito di quest’ultimo è bene sapere che sono molti gli automobilisti a poter beneficiare del relativo condono. Una decisione indubbiamente importante, attraverso la quale il governo ha deciso di concedere un po’ di respiro ai contribuenti alle prese con vecchie cartelle esattoriali. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bollo auto, arriva il condono delle cartelle sotto i 5 mila euro

Il governo ha di recente deciso di approvare una serie di contributi a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla crisi causata dall’impatto del Covid. Ma non solo, grazie al Decreto Sostegni ha anche approvato la cancellazione delle cartelle esattoriali, fino a 5 mila euro, inerenti il periodo che va dal 2000 al 2010 per persone con reddito, nel 2019, inferiore a 30 mila euro. In questo modo sono in molti a poter dire addio ad alcuni vecchi debiti pregressi, tra cui proprio vecchi bolli auto non pagati.

A proposito della possibilità di poter usufruire del condono, ricordiamo che si fa riferimento alla data della cartella esattoriale e non al momento in cui il bollo auto non è stato pagato. Per ottenere l’annullamento di questi debiti pregressi, inoltre, non bisogna fare alcuna richiesta. Il tutto avverrà in modo automatico, con l’Agenzia delle Entrate – Riscossione che ha trasmesso entro lo scorso 20 agosto all’Agenzia delle Entrate l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti potenzialmente interessati da questo mini condono.

LEGGI ANCHE >>> Inps, non ci sono soldi per pagare la quarantena: stipendi a rischio

In questo modo l’Agenzia delle entrate, attraverso un controllo incrociato dei dati, individua i soggetti in possesso dei requisiti reddituali richiesti. Il termine ultimo per questa procedura è il 30 agosto. L’Agenzia di Riscossione, quindi, provvederà d’ufficio alla cancellazione dei ruoli entro il prossimo 31 ottobre. Bisognerà, però, attendere il 30 novembre, affinché l’agente di riscossione notifichi agli enti interessati l’annullamento delle cartelle. Solo a partire dal 1° dicembre, quindi, i soggetti interessati potranno controllare la propria posizione debitoria, semplicemente accedendo al sito dell’ente.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base