L’ultima novità di Aribnb, paga 12 mesi di affitto più trasporti a dodici lavoratori: ecco come mai

Airbnb (Fonte foto: web)

Airbnb ha intenzione di pagare l’affitto della casa a 12 persone in tutto il mondo per 12 mesi. La destinazione non conta, l’offerta vale per tutti gli angoli del mondo o quasi. Lavori in smart-working? Interessato a vivere la vita da nomade digitale? Ecco la tua occasione“. Questo lo slogan scelto dalla società per attirare l’attenzione dei possibili fortunati.

Ogni concorrente vincitore, potrebbe portar con sé al massimo altri tre inquilini ed Airbnb non pagherà loro soltanto l’affitto per un anno, ma anche le spese di trasporto, per andare a vivere nel nuovo appartamento. Il perché è presto detto.

Airbnb: come mai paga l’affitto a 12 lavoratori?

Prima di addentrarci nelle motivazioni, che hanno spinto il portale online per chi cerca alloggio, a tale offerta, restiamo per un attimo nel mondo dei viaggi e degli spostamenti. Vi potrà interessare sapere cosa succederà ora che è scomparsa per sempre Alitalia. Per quanto riguarda l’offerta di Airbnb, possono candidarsi tutti, basta avere qualche requisito tra i richiesti, ovvero, essere lavoratori da remoto, possibilmente creativi e si può essere o genitori che non vivono ancora con i figli o giovani famiglie. Meglio se si è anche viaggiatori di prossimità.

Tutto ciò, secondo l’azienda, al fine di scoprire diversi suggerimenti sugli alloggi a lungo termine, che porterebbero la piattaforma a rinnovarsi e conoscere i pareri di almeno 12 potenziali clienti, su diversi aspetti.

LEGGI ANCHE>>> Primo appuntamento, dove si trova il ristorante che ospita i partecipanti: accessibile a tutti

La novità ha un nome: Vivi Ovunque, con AirBnb, ed è facile partecipare. Basta proprio andare sul sito ufficiale di Airbnb Vivi Ovunque e trovare il modo per presentare la propria domanda. Le uniche cose che devono poter fare i partecipanti sono, la possibilità di confermare di avere almeno 18 anni e soprattutto, essere in grado di viaggiare per 12 mesi consecutivi da luglio 2021 a luglio 2022.