Reddito di cittadinanza, boom di beneficiari: i dati Inps parlano chiaro

Milioni di famiglie hanno beneficiato a luglio della pensione o reddito di cittadinanza. Entriamo nei dettagli e vediamo quali sono i dati disponibili in merito.

reddito di cittadinanza luglio
Foto © AdobeStock

A causa dell’emergenza Covid il governo ha adottato una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Una situazione che ha avuto un impatto negativo non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico. Molte attività, purtroppo, hanno dovuto abbassare le serrande, costringendo molte persone a dover fare continuamente i conti in tasca prima di comprare qualcosa.

Non stupisce, quindi, che sempre più persone si siano ritrovate nel corso dell’ultimo anno a fare richiesta per ottenere il reddito di cittadinanza. Introdotto dal Governo Conte e riconfermato dall’esecutivo a guida Draghi, lo scopo di tale sostegno economico è quello di offrire un aiuto alle famiglie in difficoltà. Molti sono i nuclei famigliari che possono contare su questo aiuto economico, con i dati di recente pubblicati dall’Inps che parlano chiaro.

Reddito di cittadinanza, boom di beneficiari: i dati di luglio

Introdotto dal precedente esecutivo, il reddito di cittadinanza è stato pensato con lo scopo di offrire una forma di sostegno economico alle persone che, ad esempio, sono rimaste senza lavoro. A sua volta il nuovo governo a guida Draghi ha deciso di rifinanziare il reddito di cittadinanza per un valore pari a 1 miliardo di euro grazie ad Decreto Sostegni. Ma quanti sono coloro che effettivamente beneficiano di tale sussidio?

Ebbene, come reso noto dall’Inps attraverso i dati disponibili con l’Osservatorio sul reddito, sono 1.375.937 le famiglie che hanno percepito a luglio il reddito o la pensione di cittadinanza per un totale di 3.071.475 di persone coinvolte. L’importo medio a famiglia è stato par a 548,59 euro, per una spesa complessiva di 754,8 milioni di euro.

Reddito o pensione di cittadinanza: quando arriva a settembre

Per quanto riguarda i prossimi pagamenti del reddito di cittadinanza, in genere  le disposizioni di pagamento successive alla prima vengono inviate a Poste Italiane intorno al 27 di ciascun mese, salvo diverse indicazioni. Quindi, anche il 27 agosto e il prossimo 27 settembre i soggetti interessati potranno beneficiare di tale sussidio.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, la scomoda verità: tutto quello che c’è da sapere

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tale sussidio viene tuttavia pagato prima, ovvero a partire dal 15 del mese, per i nuovi beneficiari del reddito di cittadinanza. Il 15 settembre 2021, quindi, è la data dalla quale i nuovi beneficiari potranno ricevere dall’Inps l’invito a ritirare la propria carta dove verranno accreditate le somme spettanti.