Nuova partenza per il Fondo Credito INPS: come inviare le domande ed ottenere i vantaggi

Le domande di adesione al Fondo Credito INPS possono essere inoltrate dai dipendenti e pensionati pubblici non ancora iscritti. Vediamo come funziona. 

Web

Il servizio di presentazione delle domande online è attivo e lo sarà fino al 20 febbraio 2022. Parecchi mesi di tempo, dunque, per poter richiedere l’adesione al Fondo Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. I destinatari sono i dipendenti e i pensionati pubblici che non hanno mai proceduto con l’iscrizione.

Invio della domanda di accesso Fondo Credito INPS

L’invio della domanda dovrà avvenire necessariamente per via telematica. I soggetti più esperti di tecnologia potranno provvedere autonomamente accedendo al portale dell’INPS. Ricordiamo che le uniche modalità di accesso sono lo Spid, la carta di identità elettronica e la Carta Nazionale dei Servizi. Il percorso da seguire è “Prestazioni e servizi”, “Servizi” e “Adesione alla Gestione delle prestazioni creditizie e sociali”. In alternativa, è possibile richiedere l’aiuto dei patronati oppure contattare il call center dell’ente (803 164 da fisso e 06 164 164 da mobile). Qualunque sia la procedura scelta, la scadenza rimane il 20 febbraio 2022.

I dipendenti e i pensionati pubblici potranno visualizzare le istruzioni per accedere alle prestazioni sociali e creditizie controllando il messaggio dell’INPS numero 2883 dello scorso 12 agosto. In seguito verrà pubblicata una circolare con maggiori indicazioni.

Beneficiari del Fondo

L’apertura del Fondo Credito INPS riguarda tre categorie di persone. Primi destinatari sono i dipendenti di enti e amministrazioni pubbliche che non risultano iscritti alle casse pensionistiche. Inoltre, non dovranno essere iscritti ai fondi per i trattamenti di fine servizio della Gestione di Previdenza dei dipendenti della PA.

Una seconda categoria include i pensionati di enti e amministrazioni pubbliche. Questi non dovranno fruire di trattamenti pensionistici a carico della Gestione Speciale per poter avere accesso al Fondo. Infine, possono inviare la domanda telematica i pensionati già dipendenti pubblici che percepiscono un trattamento pensionistico a carico della Gestione Speciale di previdenza.

Leggi anche >>> Senza Spid niente Inps: portale bloccato per chi non si aggiorna

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vantaggi dell’accesso al Fondo

I dipendenti e pensionati pubblici iscritti al Fondo potranno usufruire di alcuni vantaggi. Si tratta di servizi di credito e welfare come prestiti e mutui a tassi agevolati, prevenzione e salute, istruzione e formazione a partire dalla scuola materna fino ai master universitari. Potranno, inoltre, accedere a prestazioni per persone non autosufficienti, a politiche in favore dell’occupazione, all’ospitalità residenziale e a soggiorni studio oppure soggiorni in centri benessere estivi.