Emergency, scelta di vita: quanto e come si può donare all’ONG

La morte di Gino Strada ha profondamente colpito milioni di italiani. La sua missione la sua vita in difesa dei più deboli.

Emercency
Emergency (Facebook)

A pochi minuti dalla morte di Gino Strada a 73 anni,  sopraggiunta per problematiche di natura cardiaca ci si interroga su Emergency e sul come andrà avanti la sua grande organizzazione umanitaria, oggi, improvvisamente rimasta orfana. Ci interroga su chi ci metterà la faccia, in tv sui giornali, attirando l’attenzione dei media insomma su quelle che sono le problematiche di paesi di cui quasi nessuno si preoccupa.

Vittime di guerra, rifugiati politici, vittime della fame e dell’abbandono. Per loro Emercency continuerà ad essere quella casa sicura in cui finora hanno trovato asilo e protezione. Il mondo ci si interroga su cosa succederà. Niente di diverso da ciò che accadeva prima, mancherà un padre, e nel suo nome di andrà avanti, onorando il suo nome e la sua storia. Come sempre si potrà donare spontaneamente ad Emergency direttamente dal sito web dell’organizzazione. Donazioni mensili da 9 euro, 15 euro o 20 euro, oppure liberamente, in base a ciò che si preferisce.

Emergency, le donazioni dei cittadini che si fidano di una grande organizzazione

Un nome una garanzia si potrebbe dire, il nome di una grandissima organizzazione che da anni è li ad aiutare chi ne ha bisogno, a sostenere chi non ne può più di essere tormentato dalla vita e dalle ingiustizie. Dalla parte degli ultimi, di quelli che non hanno la libertà, di chi soffre per vivere e vivere per cercare di stravolgere la propria esistenza tra dolori e privazioni.

LEGGI ANCHE >>> Finge di avere il cancro: spende i soldi delle donazioni per fare la bella vita

Emergency vivrà nel nome e nel ricordo del suo fondatore, del suo padre, del suo primo difensore, di colui che attraverso essa ha aiutato milioni di donne, uomini e bambini nel corso della sua vita.