Bonus tv, occhio ai requisiti: tutto quello che c’è da sapere

Buone notizie per tutti coloro che devono cambiare il proprio televisore. È possibile, infatti, beneficiare del bonus TV. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Foto © AdobeStock

L’ultimo anno è stato segnato, purtroppo, dall’impatto del Covid, che continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze. A partire dal distanziamento sociale, fino ad arrivare alla chiusura di varie attività, d’altronde, sono tanti gli elementi a cui dover prestare attenzione. Un momento storico particolarmente complicato, che registra un netto aumento dell’utilizzo dei vari strumenti tecnologici, come ad esempio smartphone, tablet e pc. Ma non solo, tra gli strumenti di comunicazione più utilizzati si annovera anche la televisione.

Presente ormai in quasi tutte le case, permette di accedere ad informazioni di vario genere, a partire dalle notizie di attualità, fino ad arrivare a programmi d’intrattenimento, come film e giochi televisivi. A tal proposito ricordiamo che è già iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre che porterà con sé delle importanti novità. Una vera rivoluzione che non passa inosservata, con molti che dovranno dire addio al proprio caro vecchio televisore. Proprio per questo motivo il governo mette a disposizione il Bonus TV. Ma come funziona e chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bonus tv, occhio ai requisiti: ecco come ottenerlo

A breve inizierà il passaggio dal DVBT2 al DVTD4 e per questo motivo molti dovranno sostituire la tv, oppure munirla di un decoder esterno. Proprio per questo motivo il governo ha deciso di introdurre un bonus TV dal valore di 50 euro, a cui possono accedere solo le famiglie con Isee inferiore a 20 mila euro.

Ma non solo, a partire dal 23 agosto è possibile richiedere il bonus rottamazione per l’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terreste Dvbt-2/Hevc Main 10. A renderlo noto il Mise, che ha anche messo a disposizione dei soggetti interessati il modulo necessario per poterne fare richiesta. Ma in cosa consiste? Ebbene, il bonus rottamazione Tv si presenta come uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 100 euro.

A tal fine bisogna rottamare un televisore che è stato acquistato prima del 22 dicembre 2018. La rottamazione può essere svolta nel momento stesso in cui si acquista il nuovo televisore, semplicemente consegnandolo al rivenditore. In alternativa si può consegnare il vecchio televisore presso un’isola ecologica autorizzata.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, la scomoda verità: tutto quello che c’è da sapere

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Qui viene rilasciato un modulo che attesta l’avvenuta consegna del dispositivo e la documentazione necessaria per ottenere uno sconto sul prezzo di acquisto. Sia il bonus tv da 50 euro che quello rottamazione fino ad un massimo di 100 euro, ricordiamo, richiedono di essere in regola con il canone RAI.