Tutti conoscono l’argento ma in pochi ne conoscono il vero valore di mercato. Scopriamo insieme a quanto costa al chilo questo prezioso metallo

Lingotti
Fonte Facebook – Cosa chiediamo all’anno 2012?

L’argento notoriamente viene sempre visto come un prodotto che vive all’ombra dell’oro, ma nonostante ciò è piuttosto prezioso ed appetibile. D’altronde il suo utilizzo a livello globale è piuttosto consistente, anche per via della sua versatilità.

Fin dall’antichità l’uomo ci ha iniziato a familiarizzare e oggi è uno degli elementi più utilizzati per realizzare gioielli e monete. Ma quanto vale realmente? Quanto bisogna spendere per poterne acquistare un chilo?

LEGGI ANCHE >>> Gregorio Paltrinieri, quanto guadagna il campione azzurro di nuoto, argento a Tokyo 2020

Argento: il reale valore di un prodotto troppo spesso snobbato

Come è intuitivo immaginare, nonostante sia considerato spesso al “secondo posto” (basti pensare alle medaglie ai giochi olimpici), ha delle indiscutibili proprietà in termini di duttilità (quasi alla stregua del più decantato oro).

La sua lavorazione come quella di altri metalli prevede la punzonatura, mentre per quanto concerne i gradi di purezza sono sostanzialmente tre, ovvero 800, 925 e 999/1000. Quest’ultimo però non è propriamente il migliore su cui lavorare.

Il progresso tecnologico non ha fatto altro che far aumentare la produzione, che ha portato l’argento ad essere sfruttato anche per prodotti estetici, fotografia e settore della tecnologia in generale. Passando ai maggiori produttori mondiali, la leadership è del Messico che è il paese in cui si concentra di più la lavorazione. A seguire c’è il vicino Perù e le superpotenze Cina e Russia.

La curiosità maggiore è naturalmente quella inerente al valore di mercato dell’argento. Normalmente quando è utilizzato per la compravendita, si aggira su poco meno di 700 euro al chilo, ossia 691,28 euro, pari a 21,50 euro per oncia.

LEGGI ANCHE >>> Buone notizie per i cercatori d’oro, trovarlo in Italia è possibile: ecco dove

Una quotazione per certi versi inaspettata visto che in pochi si fanno queste genere di domande. Che fosse alta c’era da aspettarselo, ma probabilmente nell’immaginario collettivo si crede che possa valere molto meno. Ad ogni modo il “mistero” è stato svelato e d’ora in poi sarà possibile avere maggiore contezza rispetto alla tematica.