Anche per il mese di agosto saranno in molti a ricevere i pagamenti di varie misure, come ad esempio la Naspi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo la data da segnare sul calendario.

Foto © AdobeStock

Ormai da più di un anno ci ritroviamo a dover fare i conti con l’impatto del Covid che continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze, sia per quanto riguarda le relazioni sociali che economiche. Molte persone, purtroppo, si ritrovano a dover fare i conti con delle minori entrate a causa della chiusura di molte attività. Proprio in tale contesto, quindi, l’esecutivo ha deciso d’intervenire attraverso una serie di misure ad hoc, come ad esempio quelle approvate con il Decreto Sostegni Bis.

Non stupisce, pertanto, che in un periodo storico particolarmente complicato come quello attuale, si registri un notevole aumento delle richieste del reddito di cittadinanza. Oltre a tale sussidio, inoltre, è possibile beneficiare di altre indennità, come ad esempio la Naspi. Proprio soffermandosi su quest’ultima, anche per il mese di agosto saranno in molti a ricevere i relativi pagamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo qual è la data da segnare sul calendario.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass obbligatorio in Italia, quanto dura? La verità che non ti aspetti

Naspi, occhio ai pagamenti di agosto: tutto quello che c’è da sapere

Anche per il mese di agosto saranno in molti a ricevere i pagamenti di varie misure, come ad esempio la Naspi. A tal proposito interesserà sapere che i pagamenti di tale indennità dovrebbero partire dal 9 agosto. Non è possibile, comunque, stabilire una data a priori. Non tutti i percettori di Naspi, infatti, ottengono il pagamento il medesimo giorno, con le operazioni che si dovrebbero concludere entro la metà del mese.

La Naspi, ricordiamo, viene pagata sempre entro la metà del mese successivo a quello di competenza. Per quanto riguarda le nuove domande, invece, esistono delle regole precise. In particolare se la domanda presentata e accolta presenta la dicitura “pagamento in corso”, allora vuol dire che verrà liquidata entro 15 o 20 giorni dall’accoglimento della richiesta. I primi pagamenti della Naspi risultano così frazionati:

  • una quota dal giorno di decorrenza al 15 del mese se la Naspi decorre tra il 1° e il 15 e una seconda parte dal 16 al 30 del mese;
  • il primo pagamento avviene nel periodo compreso dal 16 al 30 del mese se la decorrenza cade proprio in questo periodo.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-Covid, un giro d’affari che vale miliardi: chi guadagna di più

Nel caso in cui si desideri controllare quando arriverà il pagamento, comunque, è possibile accedere all’area riservata del sito dell’Inps. Una volta effettuato l’accesso al Fascicolo previdenziale, bisogna cliccare su “prestazioni” e “pagamenti”.