E’ possibile eseguire un bonifico pur non possedendo un conto corrente? La risposta è sì, ma ci vorranno soldi e pazienza.

Bonifico conto corrente
Foto © AdobeStock

Se lo chiedono in tanti e la risposta non è sempre scontata: come è possibile eseguire un bonifico bancario se non si possiede un apposito conto corrente? In realtà non è un’operazione preclusa ai non correntisti, a patto di seguire determinate istruzioni. E, soprattutto, di essere consapevoli che l’operazione finirà per comportare dei costi e nemmeno troppo economici. Certo, avere un conto corrente consente di eseguire un bonifico non solo in modo rapido (anche da telefono) ma, soprattutto, in modalità “cheap”.

Questo perché sempre più banche si sono attrezzate per garantire ai propri clienti dei servizi di home banking efficaci e di facile utilizzo, così da limitare il flusso in sede e, soprattutto, rendere più agevole il compito di chi deve eseguire il bonifico (senza costi di commissione). Per chi non ha il conto corrente, però, è ovvio che tutto questo non è contemplato. La procedura è ben diversa e per forza di cose più lunga.

LEGGI ANCHE >>> Bonifico, l’errore non è irreparabile: le regole per l’annullamento

Bonifico senza conto corrente: la procedura

Per eseguire un’operazione simile, occorrerà recarsi a uno sportello bancario. Naturalmente uno qualsiasi non disponendo di un conto specifico. L’importante è avere con sé i contanti necessari al versamento, poiché non sarà possibile un altro modo per inviare i soldi al beneficiario del bonifico. Chiaro che le procedure richiederanno tempi più lunghi: oltre all’attesa in coda alla banca, infatti, bisogna mettere in conto l’impossibilità di rendere prioritaria l’operazione e, insieme, la necessità di corrispondere almeno una decina di euro per svolgere il tutto. Per il resto, non si differisce troppo dalle normali procedure: dati del beneficiario, codice Iban, importo da versare.

LEGGI ANCHE >>> Attenti alla truffa del bonifico Inps: come evitare di farci svuotare il conto

Una volta effettuato il tutto, tramite un modello preimpostato compilato assieme all’operatore, verrà fornita una ricevuta di avvenuto bonifico, da conservare come attestazione dell’avvenuto versamento. Su tale ricevuta sarà segnato il Transaction Reference Number (Trn), con i suoi trenta caratteri alfanumerici. Se dovesse essere richiesto l’invio della ricevuta, sarà questo il documento al quale fare riferimento. Altrimenti si tratterà del codice Cro, di undici cifre. Valido comunque come identificazione dell’eseguito bonifico.