Risparmiare sulla benzina è possibile se si adottano gli stili di guida idonei a ridurre i consumi. Scopriamo quali sono per salvaguardare il portafoglio!

Benzina
Adobe Stock

La benzina sta diventando sempre più cara e i costi dei consumi sono elevati soprattutto per chi la macchina la utilizza quotidianamente per macinare parecchi chilometri. Fortunatamente esistono dei trucchi che consentono di ottenere un bel risparmio e che sono facilmente attuabili. Si riferiscono, infatti, alle abitudini di guida che possono essere modificate con un po’ di attenzione.

Leggi anche >>> Bonus condizionatori: il risparmio che rinfrescherà la nostra estate

Come ridurre i consumi della benzina

Alcuni stili di guida causano un maggiore spreco di carburante. Semplicemente modificando le proprie abitudini al volante, dunque, si potrà notare un risparmio sulla spesa. A tal proposito è utile sapere che se il motore viene sforzato eccessivamente i consumi aumenteranno. E’ consigliabile evitare di superare i 2.500 giri per un motore a benzina e i 2 mila giri per un motore diesel.

Un altro errore comune è cambiare velocemente le marce fino alla terza o alla quarta dopo la partenza. L’accelerazione sarà maggiore per evitare che la macchina si spenga e questo comporterà un consumo maggiore di carburante. In generale, poi, bisognerebbe evitare sia rapide accelerazioni che brusche frenate. La guida ideale, nell’ottica di riduzione dei consumi, prevede il mantenimento della stessa velocità per il maggior tempo possibile.

Leggi anche >>> Costo benzina sempre più alto: ecco come evitare una stangata

Altri consigli per una guida al risparmio

La velocità costante consente di mantenere una distanza tale dagli altri veicoli che aiuta ad evitare brusche frenate e, dunque, eccessivo consumo di carburante. Optando per una velocità di 100 km/h invece che 130, ad esempio, si garantirà un risparmio del 25% che potrà aumentare di un ulteriore 10% in fase di rallentamento a 90 km/h.

Il risparmio, poi, è garantito se si evita di tenere accesa l’aria condizionata per molto tempo. La potenza del motore, infatti, diminuisce se si utilizza l’aria condizionata con la conseguenza di una maggiore spinta sull’accelerazione che aumenta il consumo di carburante. Una riduzione dei consumi si potrà avere, poi, spegnendo il motore in caso di lunghe soste (come le file in autostrada) e mantenendo le ruote alla giusta pressione.