Pagare il parcheggio sulle strisce blu senza avere contanti o carte da utilizzare è possibile grazie a delle interessanti applicazioni. 

Adobe Stock

Le app facilitano notevolmente lo svolgimento di alcune operazioni. C’è un’applicazione per tutto, dalla torcia al trading online, dal riconoscimento di piante ed animali alla vendita di vestita. La tecnologia ha reso la nostra vita a portata di un click e saranno in tanti a rallegrarsi che esistono delle applicazioni che consentono di pagare il parcheggio sulle strisce blu. Quante volte è capitato di non avere monete, né contanti né carte con cui procedere con il pagamento alle macchinette predisposte. Da oggi non sarà un problema dato che bastano cinque minuti per avere la soluzione sempre in tasca.

Leggi anche >>> WhatsApp, il trucco per ritrovare l’auto parcheggiata

Un’app per risolvere diversi problemi

Le monete non sono sufficienti, non si ha il bancomat o la carta a disposizione, l’orario di scadenza del tagliandino del parcheggio è giunto al termine e noi siamo lontani dall’auto. Quante volte ci siamo indispettiti per queste problematiche non avendo a portata di mano una semplice soluzione. In più, se aggiungiamo l’ansia per la multa che si potrebbe ricevere per il parcheggio scaduto la frustrazione aumenta ancora. Fino ad oggi, almeno, o fino al momento in cui scaricheremo l’app che consente di pagare il tagliandino semplicemente e in maniera pratica.

Leggi anche >>> Parcheggio in divieto di sosta: ecco quando posso annullare la multa

Un mondo di app di pagamento del parcheggio

Le applicazioni che consento di evitare ansie e multe sono tante. Tra le migliori citiamo myCicero, l’app più conosciuta e facile da utilizzare. E’ disponibile sia per Android che per iPhone e consente di pagare solo i minuti di sosta realmente effettuati. Inoltre, permette di gestire non solo i parcheggi delle strisce blu ma anche quelli privati convenzionati il cui elenco si può visualizzare sull’app stessa.

Un’altra funzionalità dell’applicazione riguarda la possibilità di acquisto dei biglietti e degli abbonamenti per i trasporti pubblici locali in tempo reale. Anche in questo caso senza usare contanti né carte. In più, l’app ha la funzione “Trova la mia auto” per ritrovare il veicolo qualora si dimenticasse la posizione del parcheggio.

Leggi anche >>> Le app più pericolose del Play Store: attenzione al minaccioso malware

App Intesa Sanpaolo

Interessante l’app Intesa Sanpaolo che prevede la funzione “Parcheggi”. L’accordo con myCicero consente, infatti, di pagare i parcheggi per il tempo effettivamente trascorso in sosta semplicemente aprendo l’applicazione dell’home banking. Il servizio è gratuito e sull’app stessa si potranno leggere tutte le zone coperte in cui poter effettuare il pagamento senza contanti o carte.

E’ inoltre importante approfondire se è necessaria la presenza del tagliando in macchina oppure no. Ciò dipende dalla città di residenza. A Roma, per esempio, gli ausiliari del traffico dispongono del sistema per controllare il pagamento mentre in altre città potrebbe essere necessario stampare il tagliando andando ad inficiare l’utilità dell’app.

Leggi anche >>> Pagamenti in contante, attenti alle multe: cosa si rischia

Easy Park, e il parcheggio non sarà un problema

Una terza app tra le migliori per il pagamento dei parcheggi senza contanti e carte è Easy Park. Come dice la denominazione stessa, l’app facilita l’operazione in circa 2.200 città e 20 paesi. Previa registrazione, si potrà pagare scegliendo tra diverse opzioni (Visa, Mastercard, PayPal) e si potrà approfittare di diverse funzionalità come FIND (per trovare parcheggi liberi).