Ossido di etilene in svariati prodotti in vendita sul mercato, il Ministero della Salute obbliga al ritiro per non provocare danni alla salute delle persone.

Pixabay

L’allerta per la presenza di ossido di etilene nei prodotti alimentari, e non solo, continua. Circa 200 articoli sono stati segnalati e il Ministero della Salute ne ha decretato il ritiro immediato. A rischio c’è la salute dei cittadini dato che la contaminazione con l’ossido di etilene potrebbe creare serie reazioni.

Leggi anche >>> Acqua minerale ritirata: prestiamo attenzione a marca e lotto o la salute ne risentirà

Cos’è l’ossido di etilene: rischi e pericoli

L’ossido di etilene è un gas che viene utilizzato in ambito ospedaliero dato che consente di sterilizzare efficacemente i presidi medici e chirurgici. Parliamo di cateteri, tubi e tutto ciò che non può essere messo in autoclave per la sterilizzazione. In seguito al trattamento, ogni materiale viene, poi, sottoposto a degasificazione per un periodo variabile da poche ore fino a qualche giorno. La tempistica dipende dal tipo di materiale e dal metodo utilizzato a scelta tra aerazione naturale, forzata o a caldo.

Se ingerito, il gas può causare delle gravi reazioni allergiche, manifestazioni irritative e avere effetti neurotossici ed emolitici. L’ossido in questione è classificato come sostanza con una evidenza sufficiente di cancerogenicit soprattutto negli animali ma anche nell’uomo, seppur in misura minore.

Leggi anche >>> Doppio ritiro di pesce al supermercato: la motivazione è inquietante

Prodotti ritirati dal mercato

Web

I rischi per la salute qualora si ingerisse l’ossido di etilene sono elevati. Di conseguenza, è fondamentale conoscere i prodotti incriminati per restituire eventuali acquisti già effettuati. Un lotto richiamato in via precauzionale è a marchio Bennet e coinvolge le bevande vegetali al gusto castagne e noce. Stessa sorte è toccata alla soia da cucina OraSì. Nello specifico, segnaliamo il ritiro di OraSì Castagna da 1 litro con numero di lotto 21076; OraSì Noce da 1 litro lotto 21103, OraSì Soia da cucina da 200 ml lotto numero 21068.

Altri recenti ritiri a causa dell’ossido di etilene

La presenza del gas nella farina di semi di carrube ha causato il ritiro dal mercato della crema da cucina vegetale Carrefour Veg da 200 ml del lotto numero 21090. Questa crema e le bevande vegetali OraSì sono state confezionate nello stabilimento Unigrà Srl a Conselice, vicino Ravenna.

Coop, poi, è stata costretta e ritirare dagli scaffali un preparato vegetale BeneSì data la presenza superiore al limite del gas. Il ritiro non ha coinvolto tutti i punti vendita e ha fornito un numero verde da contattare per ricevere informazioni (800 805580).

Leggi anche >>> Covid e Green Pass: stanno saccheggiando i supermercati

Ritirati non solo bevande e sostituti vegetali ma anche integratori e crackers

Sottoposti a ritiro anche gli integratori Emacrit (Pharma Line Srl) da trenta bustine con lotti SG20003, SG20004, SG20005, SG 20006 e SG20007. Stessa sorte per i crackers Delser sesamo e rosmarino nella confezione da 250 grammi con lotto numero 6550.

Tutti i prodotti citati dovranno essere riconsegnati al punto vendita e non assunti per via precauzionale.