Il mercato del credito cambia rotta verso la cessione del quinto, uno strumento finanziario sempre più popolare e apprezzato da tanti italiani. 

Adobe Stock

Negli ultimi anni la necessità di richiedere un finanziamento è cresciuta a dismisura. Poche persone hanno la liquidità necessaria per affrontare una spesa improvvisa, pagare i costi di una cerimonia, fare quel viaggio desiderato da troppo tempo. I prestiti personali sono stati, finora, la soluzione preferita dagli italiani per le caratteristiche di flessibilità e personalizzazione. Opzioni quali il salto della rata o il cambio dell’importo associate alla possibilità di trovare la combinazione ideale tra importo delle rate e durata del piano di ammortamento, hanno spinto tante persone verso questa tipologia di finanziamento. Ultimamente, però si sta assistendo ad una inversione di rotta. Ora è la cessione del quinto ad interessare maggiormente gli italiani.

Leggi anche >>> Cessione del quinto, come funziona e quando conviene: tutto quello che c’è da sapere

Cessione del quinto, gli italiani la amano

Adobe Stock

Il cambio di rotta degli italiani è facilmente comprensibile. A fare la differenza sono i tassi di interesse e la certezza che la rata sarà sempre correlata alla reale possibilità di pagamento. Questo perché la tipologia di finanziamento in questione consente di chiedere una somma tale che l’importo mensile di rimborso non superi un quinto dello stipendio o della pensione.

In più, i tassi applicati sono tra i più convenienti del mercato. Parliamo, in linea generale, di una media al di sotto del 5%. I privati hanno una percentuale media del 4,99%, i dipendenti pubblici di poco superiore al 3% e i pensionati del 3,61%. Sono tassi inferiori rispetto alla media delle altre tipologie di prestito che si attesta ad di sopra del 5%.

Leggi anche >>> Cessione del quinto, occhio a chi lo eroga: le soluzioni per non sbagliare

Chi richiede la cessione e quando è consigliata

A richiedere la cessione del quinto sono lavoratori dipendenti e pensionati. In effetti, il finanziamento non annovera tra i destinatari altre categorie di lavoratori dato che necessita di una busta paga o del cedolino della pensione. Gli over 50 sono tra i soggetti che prediligono la cessione mentre chi si aggira intorno ai 40 anni continua a preferire il prestito più tradizionale.

La cessione del quinto, poi, si utilizza prevalentemente per i finanziamenti della durata di 10 anni mentre i prestiti personali vengono richiesti quando il piano di ammortamento non supera i 5 anni. Oltre alla durata maggiore, si rileva un importo maggiore richiesto che si aggira sui 20 mila euro.