Postepay, occhio alla beffa: il trucco per evitare brutte sorprese

Tra le voci che vanno a erodere i propri risparmi si annoverano senz’ombra di dubbio le tasse. Ne sono un chiaro esempio quelle sulla carta Postepay che, grazie ad un semplice trucco, possono essere evitate. Ecco come.

Truffa Postepay Fonte Web

Il denaro non garantisce la felicità ma aiuta, senz’ombra di dubbio, a risolvere un bel po’ di problemi. A partire dall’alimentazione fino ad arrivare alle varie necessità quotidiane, d’altronde, sono varie le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere mano al portafoglio per acquistare beni e servizi di nostro gradimento. Non è un caso, quindi, che proprio gli strumenti di pagamento finiscano spesso per attirare l’attenzione, soprattutto a causa dei continui cambiamenti con cui ci si ritrova a dover fare i conti.

Un’evoluzione che sembra destinata a non arrestarsi, tanto da pensare che nel breve periodo potremmo dire addio all’utilizzo del contante e ai prelievi da conto corrente. Proprio soffermandosi sugli strumenti di pagamento, tra i più famosi si annovera la carta Postepay. Considerata la carta prepagata più utilizzata dagli italiani, i possessori di tale strumento di pagamento rischiano di dover fare i conti con una vera e propria beffa. Ma di cosa si tratta? Entriamo nei dettagli e vediamo come fare per evitare brutte sorprese.

LEGGI ANCHE >>> Pensioni a rischio, i soldi stanno per finire: l’ultimo terribile incubo

Postepay, occhio alla beffa: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto Postepay si rivela essere la carta prepagata più utilizzata nel nostro Paese. Particolarmente apprezzata dai giovani, infatti, consente di effettuare pagamenti in tutti sicurezza. Ma non solo, grazie alla carta Postepay Evolution, ad esempio, con un canone mensile pari a soli 12 euro al mese, è possibile usufruire di numerosi servizi, come ad esempio disporre e ricevere bonifici.

Tra gli altri si annovera anche l’accredito dello stipendio oppure la domiciliazione delle utenze. Oltre ai costi fissi, i titolari di carte Postepay si possono ritrovare a pagare una tassa che va a incidere, inevitabilmente, sui propri risparmi. Si tratta dell’imposta di bollo, il cui costo è pari a 34,20 euro all’anno per le persone fisiche.

LEGGI ANCHE >>> Come scoprire se la nostra mail è stata violata: cosa c’è da sapere

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come noto deve essere pagata da tutti coloro che hanno una giacenza media annuale superiore ai 5 mila euro. Proprio per questo motivo è facile intuire che, per evitarla, non bisogna fare altro che avere una giacenza media inferiore a tale cifra.