Ritardo nel pagamento del Bonus Sociale, i destinatari si chiedono “perché” mentre attendono una risposta del Governo.

Adobe Stock

Il Bonus Sociale prevede uno sconto in bolletta per tutte le famiglie che vertono in condizioni di difficoltà economica. Acqua, luce e gas hanno costi importanti che in momenti di crisi sono difficili da sostenere. Il Governo ha, dunque, inserito tra le misure a sostegno delle persone in situazione di disagio finanziario il noto Bonus definito Sociale con una importante novità. Gli sconti previsti sono automatici. Nessuna necessità di inviare moduli, inoltrare domande ma gli aventi diritto possono usufruirne direttamente in bolletta. Purtroppo, però, finora nessuna agevolazione è stata applicata e sono passati già sette mesi pieni dall’inizio del 2021.

Leggi anche >>> Bancomat, ecco il bonus ad hoc: per una volta esultano le Partite Iva

Requisiti di accesso al Bonus Sociale

Pixabay

I beneficiari del Bonus sono i nuclei familiari con ISEE inferiore a 8.265 euro, i nuclei con un membro che percepisce il Reddito di Cittadinanza e i nuclei con minimo 4 figli a carico e ISEE inferiore a 20 mila euro. Nessun invio di domande, come accennato, è necessario ma i destinatari saranno scelti sulla base della Dichiarazione Sostitutiva Unica inviata per l’anno di riferimento.

Ogni nucleo potrà usufruire di un solo sconto, o nella bolletta del gas, della luce oppure dell’acqua. Condizione primaria è che nel nucleo sia incluso il titolare dell’utenza. In caso di fornitura centralizzata in condominio, l’importo sarà erogato una sola volta all’anno. Il bonus idrico arriverà sotto forma di assegno circolare mentre i bonus acqua e luce arriveranno con bonifico domiciliato da ritirare presso Poste Italiane.

Leggi anche >>> Cinque Bonus senza ISEE: le conferme del mese di luglio

Bonus acqua, luce e gas, a quando i pagamenti?

Ad oggi, nessun beneficiario ha ricevuto il Bonus Sociale. Le presunte motivazioni alla base del ritardo risiedono nel cambio di modalità deciso per l’anno in corso. La procedura automatica di riconoscimento dei destinatari della misura, dunque, sembrerebbe essere al causa dell’attesa. Le verifiche sono più lunghe e sembra ormai chiaro che i pagamenti non arriveranno se non nel secondo semestre del 2021.

La bolletta di agosto riserverà la bella sorpresa? Occorre attendere per avere risposta certa. Ciò che è sicuro è che verranno corrisposti tutti gli arretrati agli aventi diritto dato che il Bonus è riconosciuto per tutto l’anno 2021.