Di Pingcalls non si sentiva parlare da un po’. Tuttavia, la truffa della chiamata con uno squillo dall’estero funziona ancora…

Truffa chiamata
Foto © AdobeStock

Nel variopinto mondo delle truffe, la prudenza è la regola base per uscirne indenni. Il problema è che, in tempo di pandemia, i truffatori hanno affinato i loro mezzi e, soprattutto, corretto il tiro in alcuni difetti, rendendo i sistemi truffaldini ancora più pericolosi. La rete internet, di per sé strumento di connessione fra persone, ha di fatto rappresentato un veicolo di diffusione mai visto prima. Soprattutto in una modalità di raggiro come il phishing, la rete diventa il veicolo principale della minaccia.

L’attenzione deve essere sempre massima perché, mai come oggi, la truffa è dietro l’angolo. Non è solo importante conoscere in che modo si può essere raggirati ma anche tutte le strategie da adottare per non cadere nel tranello. Anche perché, giorno dopo giorno, spuntano fuori sempre nuove truffe e tenere il passo diventa quantomeno difficile. La cosa positiva è che, in qualche modo, l’impalcatura generale resta sempre la stessa.

LEGGI ANCHE >>> Truffa del bancomat, fate attenzione: quanto sono riusciti a rubare con il trucchetto

Truffa al telefono: ecco come evitarla

Di questa particolare truffa, in realtà, non si sentiva parlare da un po’. Colloquialmente, viene definita Pingcalls, ovvero una chiamata-raggiro che non fa leva sulla preoccupazione (come nel caso del phishing) ma sulla curiosità. Il numero che ci chiama, naturalmente, è sconosciuto. Solo uno squillo e la chiamata si interrompe. La tendenza è quella di richiamare immediatamente, poiché potrebbe trattarsi di qualche conoscente che usa un altro telefono o magari una possibile risposta a una candidatura lavorativa. Tendenzialmente, però, la chiamata arriva dalla Tunisia, con un +216 come prefisso.

LEGGI ANCHE >>> Truffa della frutta! Attenti a questa nuova terribile tecnica

Richiamando, il truffatore potrà carpire i nostri dati, provocando potenzialmente parecchi danni. Per proteggersi da Pingcalls bisogna seguire sostanzialmente due regole: non richiamare il numero ma, soprattutto, attendere il secondo squillo. Se ve ne fosse solo uno, con un numero strano proveniente da un Paese estero, meglio non richiamare: si tratterà sicuramente di una fregatura. Il miglior modo per proteggerci è tenerci informati.