Qualcuno già lo ha sospeso, mentre il governo prepara lo stralcio delle pendenze più antiche. Il Bollo auto potrebbe subire qualche importante taglio.

Bollo auto
Foto © AdobeStock

C’era una possibilità importante per quanto riguarda il Bollo auto, una di quelle tasse che gli italiani farebbero volentieri a meno di pagare. Con la decisione del governo Draghi di cancellare le cartelle esattoriali di importo minore, anche la situazione del Bollo è cambiata. Per milioni di italiani, di fatto, si profila un buon risparmio dovuto all’assenza della tassa sulla propria automobile. L’omesso pagamento, in sostanza, non sarà più un incubo con il quale fare i conti. In parte, è proprio grazie al provvedimento del Governo Draghi che ha provveduto a frenare la Riscossione sulle cartelle inferiori a 5 mila euro comprese nel decennio 2000-2010.

Ma non è solo a livello statale che cambia la strategia sul Bollo auto. Anche le Regioni hanno detto la loro, anticipando la manovra governativa e disponendo qualche esenzione importante in relazione alla tassa sull’automobile. In Lombardia, ad esempio, è stato varato un provvedimento che avvia cancellazione e rimborsi del Bollo auto per il 2020. Nel secondo caso, naturalmente, qualora il contribuente avesse già pagato. E numerosi territori italiani si sono mossi in tal senso.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, bollo auto cancellato: cosa sta succedendo

Bollo auto cancellato: cosa succede nelle Regioni

Come detto, la Lombardia ha anticipato tutto in questo senso. Il rimborso del Bollo auto non sarà per tutti ma sicuramente lo otterranno i lavoratori che, durante la fase più acuta della pandemia, hanno subito gli effetti più pesanti in termini economici. Fra questi figureranno gli intermediari di commercio. Peraltro, la Lombardia aveva già disposto un’esenzione ben precisa dal Bollo, indirizzata a veicoli con conducente (taxi, noleggio, autobus). Una misura rafforzata dal provvedimento che mira a risarcire coloro che, nonostante le difficoltà, si sono impegnati nel saldare la rata (il rimborso avverrà direttamente su conto corrente). Si lavora, inoltre, anche alla cancellazione del Superbollo, per le auto di grossa cilindrata.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto, il rimborso che… balla: a chi tocca e come fare richiesta

Nelle altre Regioni si lavora a provvedimenti simili. Oltre alla Lombardia, altre tre amministrazioni hanno disposto alleggerimenti, sospensioni o rinvii sulla tassa dell’automobile. Il Veneto e l’Emilia-Romagna, in particolare, hanno optato per il blocco del Bollo auto fino al 31 luglio 2021. Coloro con data di scadenza a maggio 2021, a ogni modo, dovranno saldare entro il 2 agosto. Per quanto riguarda il Piemonte, il provvedimento è del tutto simile ma il saldo alla data del 2 agosto avverrà per coloro la cui tassa ha scadenza riferita a giugno 2021.