Importanti novità in arrivo per  quanto riguarda l’Imu, con molti che potranno beneficiare della relativa cancellazione. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Imu
Foto © AdobeStock

L’ultimo anno è stato segnato dall’impatto del Covid che continua, purtroppo, ad avere  delle ripercussioni negative sulle nostre vite, sia per quanto concerne le relazioni sociali che economiche. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, ci viene chiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti. Ne sono una chiara dimostrazione, ad esempio, il distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine. Ad aggravare la situazione il fatto che molti imprenditori abbiano dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, costringendo molte famiglie a dover fare i conti con delle minori entrate.

Un periodo storico davvero molto complicato, con il governo che ha deciso di adottare varie forme di aiuto, come quelle previste nei due decreti Sostegni. A tal proposito ricordiamo che l’Aula del Senato ha di recente approvato la fiducia chiesta dal Governo al Decreto Sostegno Bis, dando così il via libera definitivo al provvedimento. Proprio quest’ultimo porta co sé tante importanti novità, tra cui la cancellazione dell’Imu. Una misura importante, di cui ne potranno beneficiare in tanti, ma non tutti.

LEGGI ANCHE >>> Fisco, attenti alle cartelle esattoriali: il trucco per evitare brutte sorprese

Imu 2021 in via di cancellazione: tutto quello che c’è da sapere

Imu Bologna
Foto: Web

Grazie al Decreto Sostegni Bis, il governo ha deciso di introdurre una serie di misure, volte ad offrire un aiuto alle categorie maggiormente colpite dalla crisi. In particolare interesserà sapere che è stato deciso di esonerare dal pagamento dell’Imu i proprietari che non possono disporre del proprio immobile a causa del blocco degli sfratti. I soggetti in questione, ricordiamo, hanno già dovuto pagare l’acconto per il 2021 entro lo scorso 16 giugno. Proprio per questo motivo potranno beneficiare del relativo rimborso. Ma non solo, non dovranno pagare il saldo dovuto entro il 16 dicembre. Una misura indubbiamente molto importante che dovrebbe riguardare solo i proprietari di immobili residenziali e non commerciali.

Una scelta che desta inevitabilmente qualche perplessità, dato che sono molti, purtroppo, gli inquilini di negozi che, a causa delle varie chiusure, non sono riusciti nel corso degli ultimi mesi a versare i relativi canoni di locazione. I proprietari, dall’altro canto, hanno invece dovuto comunque pagare l’Imu. Per quanto riguarda gli esercenti di attività commerciale che sono anche proprietari dell’immobile, invece, bisogna sapere che quest’ultimi hanno diritto, così come previsto dalla legge di bilancio 2021, all’esenzione Imu, se in possesso di determinate categorie di immobili. In particolare saranno esenti dal relativo pagamento:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali o termali;
  • immobili rientranti nella categoria catastale di alberghi e pensioni D/2, agriturismi, ostelli, rifugi di montagna, affittacamere, appartamenti per vacanze, bed & breakfast, residence, campeggi e villaggi turistici;
  • utilizzati da imprese che esercitano attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
  • discoteche, sale da ballo, night-club e simili.

LEGGI ANCHE >>> Vacanze, attenti al conto corrente: come proteggere i propri risparmi

A proposito di Imu, inoltre, ricordiamo che continuano ad essere esenti gli immobili adibiti a prima casa, purché non si tratti di un immobile di lusso.