Ottime notizie per coloro in attesa dei contributi a fondo perduto approvati con il Decreto Sostegno Bis. Sono in arrivo, infatti, i relativi pagamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Pagamenti

È trascorso ormai più di un anno da quando il Covid è entrato nelle nostre esistenze, portando con sé delle ripercussioni negative sia per quanto riguarda l’aspetto economico che sociale. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, il governo ha deciso di adottare una serie di misure, come ad esempio la più recente introduzione del Green Pass. In attesa di vedere quali ulteriori decisioni verranno prese in tal senso, sono in molti ad attendere l’erogazione dei vari aiuti economici approvati dal governo nel corso degli ultimi mesi.

Tra questi si annoverano i contributi a fondo perduto approvati con il Decreto Sostegni Bis, a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla crisi. A causa delle varie misure restrittive, infatti, molti imprenditori hanno dovuto, purtroppo, abbassare le serrande delle proprie attività. Molte famiglie, di conseguenza, si ritrovano ad avere delle minor entrate, riscontrando delle serie difficoltà nel riuscire a fronteggiare le varie spese. Proprio in un contesto di questo genere sono in molti a chiedersi quando arriveranno i soldi sul conto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono le ultime informazioni disponibili in merito.

LEGGI ANCHE >>> Vacanze, attenti al conto corrente: come proteggere i propri risparmi

Decreto Sostegni Bis, in arrivo pagamenti automatici per 1,8 milioni di partite Iva

Bonus senza Isee
Fonte foto: web

Buone notizie per coloro in attesa dei contributi a fondo perduto previsti con il Decreto Sostegni Bis. Sono stati disposti, infatti, i pagamenti automatici per circa 1,77 milioni di partite Iva, per un totale di circa 5 miliardi di euro. Ad essere interessati da questa prima ondata di pagamenti sono coloro che hanno già ricevuto il contributo previsto con il primo decreto Sostegni.

A questi, inoltre, si aggiungono circa 38 mila crediti d’imposta, per circa 166 milioni di euro, anche in questo caso riconosciuti in modo automatico. In totale, pertanto, sono oltre 1,8 milioni i beneficiari del nuovo contributo automatico, previsto con il Decreto Sostegni Bis, per un totale pari a 5,2 miliardi di euro. A tal proposito ricordiamo che il contributo viene erogato con le stesse modalità scelte dal soggetto beneficiario per il primo Decreto Sostegni.

LEGGI ANCHE >>> Estate, rinfrescare casa e risparmiare sulla bolletta è possibile: ecco 3 facili trucchi

Proprio per questo motivo chi ha optato per il bonifico postale o bancario, otterrà l’accredito del contributo direttamente sul conto. A loro volta, chi ha preferito la compensazione, potrà beneficiare del nuovo contributo del decreto Sostegni bis sotto forma di credito d’imposta. Quest’ultimo può essere utilizzato in compensazione nel modello F24 con l’indicazione del codice tributo 6941.