Andiamo a vedere quando saranno pagati tutti i bonus luglio 2021 che il Governo ha disposto per i cittadini. Ecco il calendario completo 

Bonus vaccino
Fonte adobe

Il mese di luglio si appresta a concludersi e con esso anche i pagamenti dei sussidi ordinari e quelli previsti dal Governo per tamponare l’emergenza covid. Naturalmente anche per dare un attimo di respiro all’Inps sono stati scaglionati in modo tale da non accavallarsi l’uno con l’altro. Di seguito il calendario completo con i pagamenti previsti a luglio 2021.

LEGGI ANCHE >>> Bonus 2400 euro, occhio ai ritardi: beffa per tantissimi italiani

Pagamenti bonus luglio 2021

Tra quelli già esistenti e quelli istituiti per far fronte alla pandemia, vediamo quelli più in auge che i cittadini stanno aspettando con trepidazione.

Naspi

Andando in ordine temporale l’indennità per la disoccupazione è la prima che è stata corrisposta dall’Inps. Il primo giorno è stato il 10 luglio 2021 con accredito in automatico ed erogazione direttamente ai beneficiari.

Bonus Bebé

Il bonus bebè o bonus natalità è stato corrisposto entro il 18 luglio 2021. Naturalmente si sarà registrato qualche caso di ritardo, ma per chiarire la situazione si deve contattare l’Inps. Probabile che lo slittamento riguardi le domande presentate più di recente.

Reddito di Cittadinanza e Reddito di Emergenza

Il RDC mantiene invece i suoi parametri classici. Per coloro che lo ricevono per la prima volta, le erogazioni sono iniziate alla metà del mese. Chi è già percettore dovrà pazientare fino al 27 luglio 2021. Stesso discorso anche per le pensioni di cittadinanza. 

Chi ha presentato domanda entro il 30 aprile 2021 ha ricevuto la terza rata del Reddito di Emergenza, chi invece ha inviato la pratica entro il 31 maggio 2021 ha percepito il secondo pagamento.

Pensioni

Dal 27 al 31 luglio inizieranno i pagamenti delle pensioni per il mese di agosto. Un discorso che vale per chi ritira l’assegno in contanti presso gli uffici postali. Il tutto avviene rigorosamente in ordine alfabetico in modo tale da non creare troppi assembramenti verso i vari sportelli sparsi per il Bel Paese.

LEGGI ANCHE >>> Bonus 1.600 euro, sotto a chi tocca: chi saranno i primi a incassare

Bonus Irpef

Non è altro che la sostituzione del bonus Renzi ed è comprensivo di 100 euro e sarà accreditato dall’Inps il 23 luglio 2021 sui conti correnti dei percettori di Naspi. Non si tratta di un’indennità bensì di uno sconto sull’Irpef.